L’emigrazione dall’Italia sale del 35%: i dati Istat

«Sono sempre più numerosi gli italiani che si trasferiscono all’estero: aumentano gli espatri e calano i rientri». A dirlo è l’Istat che ieri [l’altro] ha presentato il suo Rapporto annuale. Giunto alla ventiduesima edizione, il Rapporto sviluppa una riflessione documentata sulle trasformazioni che interessano economia e società italiana, integrando le informazioni prodotte dall’Istat e dal Sistema statistico nazionale.

Cinque i capitoli che lo compongono; nel quarto – Tendenze demografiche e trasformazioni sociali: nuove sfide per il sistema di welfare – i dati sulla “dinamica migratoria” del Paese, che registra sia gli ingressi in Italia che le partenze; in diminuzione i primi, in forte aumento le seconde.

I dati. Nel 2012 gli iscritti dall’estero sono stati 351 mila, in diminuzione rispetto al periodo pre-crisi (527 mila unità nel 2007), con un calo del 33,5% e le emigrazioni sono più che raddoppiate, da quasi 51 mila nel 2007 a oltre 106 mila nel 2012.

In confronto all’anno precedente, le iscrizioni dall’estero si riducono del 9,1% mentre le emigrazioni verso l’estero aumentano del 28,8%. Il saldo migratorio netto con l’estero, pari a 245 mila unità, registra il valore più basso dal 2007.

L’Italia continua ad attrarre comunque numerosi cittadini stranieri dall’estero.

Nel 2012, dei 351 mila iscritti dall’estero, 321 mila sono cittadini stranieri. Sebbene in calo rispetto agli anni precedenti, il dato mostra che l’Italia è ancora meta, nonostante la crisi, di consistenti flussi migratori dall’estero. La comunità straniera più rappresentata tra gli immigrati è quella rumena che conta quasi 82 mila iscrizioni, seguono quelle cinese (oltre 20 mila), marocchina (quasi 20 mila) e albanese (14 mila). Il numero di cittadini stranieri che lasciano l’Italia è in aumento rispetto all’anno precedente: circa 38 mila emigrazioni per l’estero su complessive 106 mila registrate nel 2012 riguardano cittadini stranieri (+17,9%).

Come detto, sono sempre più numerosi gli italiani che si trasferiscono all’estero: aumentano gli espatri e calano i rientri.

Nel 2012 gli italiani di rientro dall’estero sono circa 29 mila, 2 mila in meno rispetto all’anno precedente, al contrario è marcato l’incremento dei connazionali che decidono di trasferirsi in un Paese estero. Il numero di emigrati italiani è pari a 68 mila unità, il più alto – rileva l’Istat – degli ultimi dieci anni, ed è cresciuto del 35,8% rispetto al 2011.

(Fonte aise)

Foto Infradept@flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.