Boss slovacco del crimine organizzato condannato a 18 anni

Juraj Ondrejčák, soprannominato ‘Piťo’, capobanda di uno dei gruppi di criminalità organizzata più noti in Slovacchia, i Piťovci, le cui attività si sono svolte principalmente a Bratislava, è stato condannato il 26 maggio a 18 anni di carcere dalla Corte penale specializzata in Pezinok.

La sentenza per Ondrejčák, che sconterà la pena in un carcere di massima sicurezza, include la guida del suo gruppo criminale, il possesso di armi da fuoco illegali e il danneggiamento di proprietà altrui. Altre 13 persone sono state condannate insieme a lui. Il braccio destro di Piťo, Matej Salaga soprannominato ‘Gaťa’, è stato condannato a sette anni, mentre Miroslav Abraham, soprannominato ‘Floxna’ e ‘Piccolo boss a Bratislava’, che era responsabile per le attività di narcotraffico della banda, è stato condannato a 23 anni in un carcere di massima sicurezza.

Il gruppo Piťovci fu costituito nel quartiere Lamač ad ovest di Bratislava alla fine del 1990, quando le altre bande erano già sulla scena della capitale. Divennero noti per indossare i marchi di abbigliamento Thor Steinar e Alpha Industries. Erano organizzati in modo militare, e uno dei loro marchi di fabbrica era l’uso di automobili Mercedes G.

(Fonte Tasr)

Foto: mafian.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.