Europee: stangata a Smer, che perde 20 punti e un eurodeputato. I 13 mandati divisi su 8 partiti

Il voto di sabato 24 maggio in Slovacchia ha decretato una grossa batosta (forse sarebbe più appropriato il termine disfatta) per il partito di governo Smer-SD, che, pur primo con oltre il 24% dei voti scialacqua in pochi giorni quasi 20 punti percentuali. Il consenso mostrato nei sondaggi pre-elettorali dava Smer vincente con percentuali oscillanti tra il 37% (Focus, seconda settimana di maggio) e il 42-44%. Il che significa che o Smer si è giocato la fiducia dei suoi elettori, che hanno preferito starsene a casa, oppure che i sondaggi valgono zero. O più probabilmente tutte e due le cose. Certo, su un’affluenza così bassa (13,05%), dato che dovrebbe far arrossire la Slovacchia di fronte a tutta Europa, è piuttosto difficile fare delle stime attendibili. Tant’è che il secondo partito, il cristiano-democratico KDH, ha sfondato il tetto del 13% segnando un record personale (13,21%), cosa che gli ha reso agevole riconfermare i suoi due europarlamentari, alzando di 3-4 punti i risultati dei sondaggi di pochi giorni fa.

Per Smer-SD l’effetto delle elezioni europee (24,09%) significa la perdita secca di un deputato UE, quando ci si aspettava che ne guadagnasse forse un paio. Sono quattro i nomi Smer confermati che faranno parte del nuovo Parlamento europeo: Maroš Šefčovič, Monika Flašíková Beňová, Vladimír Maňka e Boris Zala.

Degli altri 9 europarlamentari, sui 13 complessivi che spettano alla Slovacchia (lo stesso numero di Danimarca e Finlandia), 2 ne prende KDH, con un lusinghiero 13,21%: Anna Záborská e Miroslav Mikolášik, e altri 2 SDKU-DS (7,75%): Eduard Kukan e Ivan Štefanec. Mentre 1 deputato ciascuno vanno ai partiti OLaNO (7,46%), NOVA (6,83%), SaS (6,66%), SMK (6,53%) e Most- Hid (5,83%). Si tratta di Branislav Škripek (OLaNO), Jana Žitňanská (NOVA, in coalizione con KDS e OKS), Richard Sulík (SaS, unico aperto euroscettico del gruppo slovacco, Pál Csáky (SMK) e József Nagy (Most-Hid).

Qui di seguito i risultati ufficiali di tutte e 29 le liste presentate in Slovacchia per le elezioni europee 2014. Nella colonna più a destra il numero di deputati europei eletti.

N. Partito Voti  % EP
1 NOVA, KDS, OKS 38.316 6,83 1
2 KDH – Kresťanskodemokratické hnutie 74.108 13,21 2
3 SMER-SD  135.089 24,09 4
4 Slovenská ľudová strana 2.590 0,46
5 Národ a Spravodlivosť – naša strana 7.763 1,38
6 Magnificat Slovakia 6.646 1,18
7 DEMOKRATICKÁ OBČIANSKA STRANA 1.273 0,22
8 7 STATOČNÝCH REGIONÁLNA STRANA SLOVENSKA 2.696 0,48
9 Maďarská kresťanskodemokratická aliancia 1.170 0,2
10 Strana TIP 20.730 3,69
11 ĽSNS – Ľudová strana Naše Slovensko 9.749 1,73
12 EDS – EURÓPSKA DEMOKRATICKÁ STRANA 3.739 0,66
13 NOVÝ PARLAMENT 900 0,16
14 MOST – HÍD 32.708 5,83 1
15 Kresťanská SLOVENSKÁ NÁRODNÁ STRANA 3.631 0,64
16 Strana demokratického Slovenska 8.378 1,49
17 Strana zelených 2.623 0,46
18 VZDOR – strana práce 1.769 0,31
19 OĽaNO – OBYČAJNÍ ĽUDIA a nezávislé osobnosti 41.829 7,46 1
20 PRÁVO A SPRAVODLIVOSŤ 9.322 1,66
21 SaS – Sloboda a Solidarita 37.376 6,66 1
22 Strana moderného Slovenska 2.851 0,5
23 KSS – Komunistická strana Slovenska 8.518 1,51
24 ÚSVIT 2.773 0,49
25 Strana občianskej ľavice 1.311 0,23
26 SNS – Slovenská národná strana 20.244 3,61
27 SDKU-DS  –  Slovenská demokratická a kresťanská únia  43.467 7,75 2
28 PRIAMA DEMOKRACIA, Kresťanská ľudová strana 2.405 0,42
29 SMK – Strana maďarskej komunity  36.629 6,53 1

Qui di seguito gli eletti al Parlamento europeo:

N. Nome  Partito
1 Pál Csáky SMK – Strana maďarskej komunity
2 Monika Flašíková Beňová SMER-SD
3 Eduard Kukan SDKU-DS  –  Slovenská demokratická a kresťanská únia
4 Vladimír Maňka SMER-SD
5 Miroslav Mikolášik KDH – Kresťanskodemokratické hnutie
6 József Nagy MOST – HÍD
7 Richard Sulík Sloboda a Solidarita
8 Maroš Šefčovič SMER-SD
9 Branislav Škripek OĽaNO – OBYČAJNÍ ĽUDIA a nezávislé osobnosti
10 Ivan Štefanec SDKU-DS  –  Slovenská demokratická a kresťanská únia
11 Boris Zala SMER-SD
12 Anna Záborská KDH – Kresťanskodemokratické hnutie
13 Jana Žitňanská NOVA, KDS, OKS


Sarà la prima volta che in un consesso parlamentare siederanno insieme deputati dei due partiti che si rivolgono alla minoranza ungherese – SMK e Most – dopo che quest’ultimo nacque nel 2009 dall’uscita di Béla Bugar da SMK.

A parte SMK, le altre formazioni politiche che hanno ottenuto un eurodeputato hanno tutte visto la luce a partire dal 2009, presentandosi per la prima volta agli elettori nelle elezioni parlamentari nel 2010. NOVA è ancora più recente, ed è stato fondato dagli ex KDH (ora deputati indipendenti nel Parlamento slovacco) Daniel Lipšic e Jana Žitňanská nel 2012.

cliccare per ingrandire

I nuovi 13 deputati, per la prima volta suddivisi su ben 8 partiti, prenderanno possesso delle loro poltrone dal 1° luglio, in occasione della prima sessione plenaria del nuovo Parlamento europeo.

(La Redazione)

Immagini: www.volbysr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.