Disoccupazione in ulteriore calo in Slovacchia ad aprile: sotto il 13% su base annua

Il tasso di disoccupazione in Slovacchia, secondo gli ultimi dati diffusi dal Centro nazionale per il Lavoro, gli Affari sociali e la Famiglia (UPSVaR) è sceso al 12,96% in aprile, segnando dunque una diminuzione di 1,45 punti percentuali su base annua. Lo sviluppo mensile dell’indice mostra un calo di 0,32 pp rispetto al precedente mese di marzo.

In aprile c’erano in totale 349.745 persone registrate presso i centri di lavoro locali e disponibili immediatamente all’assunzione. Si tratta di una riduzione del 10,08% rispetto all’aprile 2013. In numeri, sono 39.203 individui in meno. Il calo mensile è stato del 2,38%, o 8.540 persone.

Conteggiando tutti i disoccupati – compreso chi non era immediatamente disponibile ad accettare un lavoro – la disoccupazione in aprile è stata pari al 14,46%, in attenuazione di 1,18 pp sull’anno precedente.

Il numero totale dei disoccupati è stato pari a 390.272 individui (-7,7% su base annua e -1,75% in termini mensili). Il tasso mostra una riduzione in tutte le regioni, più marcata nella regione di Banska Bystrica (-0,78% su marzo).

Secondo il Ministro del Lavoro Jan Richter, le cifre degli ultimi mesi indicano che nel corso di quest’anno può essere possibile ridurre il tasso dei senza lavoro alla media dell’UE – che in marzo era pari al 10,5%.

Secondo Lubos Sirota dell’agenzia di ricerca lavoro McRoy, il trend positivo è aiutato da una ripresa dei maggiori mercati di esportazione della Slovacchia e dall’assenza di nuovi interventi governativi che potessero influenzare negativamente il mercato, scrive l’agenzia Tasr. La situazione dimostra che quando c’è una crescita economica vengono sempre creati nuovi posti di lavoro. Sirota avverte tuttavia che se il governo dovesse dare ascolto alla Confederazione dei sindacati (KOZ) e approvare un un aumento del salario minimo come richiesto a 400 euro al mese lordi – si tratterebbe di un incremento del 13,6% – la cosa andrebbe a grande discapito dell’occupazione.

(La Redazione)

Foto markunti/flickr CC-BY-SA Condividi allo stesso modo

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.