Ferrovie: BEI concede 55 milioni per tunnel al confine slovacco-ucraino

La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha deciso un prestito di 55 milioni di euro per finanziare la costruzione di una nuova galleria ferroviaria a doppio binario di 1,8 km in Ucraina per migliorare all’interno della rete regionale del Partenariato orientale i collegamenti tra il paese e l’Unione europea.

Il finanziamento intende potenziare le interconnessioni lungo un corridoio di trasporto fondamentale che è della massima importanza per un ulteriore integrazione tra l’Ucraina e l’Unione europea. Questo è il primo prestito BEI a sostegno del settore ferroviario ucraino, ed è parte di un pacchetto più ampio che prevede finanziamenti all’Ucraina per circa 3 miliardi di euro nei prossimi tre anni (2014-2016).

Il tunnel Beskyd, situato vicino al confine ucraino con Polonia e Slovacchia, sui monti Beschidi all’interno della catena dei Carpazi, fino ad oggi a singolo binario, è un vero e proprio collo di bottiglia nei trasporti tra l’Ovest e l’Europa orientale: oltre la metà del transito di merci tra l’Ucraina e l’Europa centrale e occidentale passa da questa galleria, ostacolando il traffico lungo gli assi Leopoli- Uzhgorod-Bratislava e Leopoli- Budapest-Lubiana-Trieste. Il nuovo progetto, in costruzione dal 2009 nel sud-ovest dell’Ucraina, andrà a sostituire il tunnel esistente, che è l’unica sezione a binario singolo del corridoio ferroviario trans europeo (TEN), che per il resto consta di una linea a doppio binario elettrificato.

(La Redazione)

Foto Julian Schüngel @Flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.