Sondaggio elettorale: Polis, il nuovo partito di Prochazka è secondo dietro Smer

In un sondaggio pubblicato una settimana fa dall’agenzia Polis, realizzato tra fine aprile e inizio maggio con 1.250 interviste, dietro un partito socialdemocratico (Smer-SD) sempre primo, al 38,3%, fa capolino per la prima volta la nuova formazione politica di Radoslav Prochazka, Sieť (Rete) con un sorprendente 11,4% dei voti, evidentemente rubato almeno in parte al suo ex partito cristiano-democratico. Prochazka, già arrivato a un pelo dal ballottaggio nel primo turno delle elezioni presidenziali il 15 marzo scorso, ha infatti deciso di mettere a frutto il 20% di consensi ottenuti (appena il 4% in meno di Andrej Kiska che è poi stato eletto presidente con l’endorsement di un po’ tutta l’opposizione – qualche leader anche con il naso turato) con la fondazione di un nuovo partito di destra. Sebbene il nuovo soggetto politico va tecnicamente a frammentare ulteriormente il panorama già molto diviso della destra slovacca, in realtà la personalità di Prochazka potrebbe aiutare ad unire politici di diverso orientamento. Uscito da KDH l’anno scorso, Prochazka aveva offerto proprio al suo partito un progetto (Alfa) di rinnovamento che invece la direzione cristiano-democratica aveva rifiutato, mostrando una chiusura verso le novità (e le generazioni più giovani) che oggi potrebbe costarle caro.

Terzo partito è risultato Most-Hid con il 7,9%, davanti a Gente Comune e Personalità Indipendenti (OLaNO) con il 7,7% dei voti. Seguono il Movimento Cristiano Democratico (KDH) che ha raccolto (solo) il 7% di sostegno degli intervistati, il Partito delle Comunità Ungherese (SMK) che è arrivato al 6,3% e l’Unione Slovacca Democratica e Cristiana (SDKÚ) che entrerebbe in Parlamento per il rotto della cuffia con un rotondo 5%.

Tutti gli altri partiti non supererebbero la soglia di sbarramento: Libertà e Solidarietà (SaS) e il Partito Nazionale Slovacco (SNS) avrebbero avuto il 3,8% dei voti degli intervistati, NOVA il 2,9%, il Partito Popolare – Nostra Slovacchia (LSNS) di Marian Kotleba riceverebbe l’1,9% e il Partito Comunista della Slovacchia (KSS) l’1,8%.

Sei rispondenti al sondaggio su dieci hanno detto che si sarebbero recati ai seggi per le elezioni, mentre il 22% non avrebbe votato e il 18% era indeciso.

(La Redazione)

Foto Rado Prochazka – BSK@wikimedia


Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google