Slovacchia, 10 anni nell’UE: i numeri

Tra le tante informazioni uscite in occasione del decimo anniversario dell’ingresso in UE della Slovacchia, il 1° maggio scorso, vogliamo riprendere seppure con un po’ di ritardo i dati forniti dalla Rappresentanza della Commissione Europea a Bratislava, che danno un quadro piuttosto positivo dei benefici che il paese ha ricevuto dall’essere un membro dell’Unione.

Nel periodo 2004-2013 alla Slovacchia sono stati assegnati 12,860 miliardi di euro dai fondi della politica di coesione, risorse che hanno costituito quasi l’80% degli investimenti pubblici in Slovacchia. I fondi UE in questo decennio hanno fra le altre cose contribuito a:

– costruire 100 km di autostrade e superstrade (+ 112 in costruzione)
– rifare 1.830 km di strade
– rinnovare 100 km di ferrovie
– aggiornare o ricostruire 1.020 scuole
– ristrutturare 56 ospedali e 208 strutture di assistenza sociale
– rigenerare 834 spazi pubblici
– creare 130.000 nuovi posti di lavoro

Sempre le dotazioni europee hanno aiutato considerevolmente la mobilità nel settore istruzione:

– 17.500 e più studenti hanno viaggiato all’estero per scambi internazionali
– 3.000 studenti hanno lavorato a uno stage all’estero
– 6.237 docenti universitari hanno partecipato a scambi all’estero

Inoltre, Košice, quale Capitale europea della cultura 2013, ha ricevuto complessivamente finanziamenti per 55 milioni di euro per un totale di 20 progetti.

Le celebrazioni dei “10 anni della Slovacchia in UE” organizzate dalla Rappresentanza di Bratislava, iniziate nella capitale il 30 aprile alla presenza dei più alti rappresentanti del Consiglio UE, Commissione europea, ed Europarlamento, si sono poi spostate in diverse altre città del paese e proseguono anche questa settimana con questo calendario.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.