Fico: Manifesto non dice come intende sanare i conti pubblici

Il Manifesto del Governo, approvato dai partiti della coalizione ieri, è privo di qualsiasi idea su come intende raggiungere l’obiettivo dichiarato di tagliare il disavanzo delle finanze pubbliche, ha detto il presidente del partito di opposizione Smer-SD Robert Fico nella sua critica al Manifesto di quello che lui descrive come un vero programma di destra.

L’ex Premier mette in dubbio l’intenzione del Ministro delle Finanze Ivan Miklos di ridurre il disavanzo delle finanze pubbliche per 1,7 miliardi di euro, un 2,5% del PIL. «Se qualcuno dice che taglia 2 miliardi, che è una bella cifra, dovrebbe nel Manifesto rivelare chiaramente quali strumenti intende usare per raggiungere questo obiettivo. Non vi è nulla, nessun elemento di stabilizzazione», ha detto Fico.

Secondo lui l’assenza di proposte concrete di consolidamento è indicativo del fatto che o il nuovo Governo non sa cosa fare, o lo stato delle finanze pubbliche non è poi così male. Fico dice di temere che in autunno il Governo dovrà elaborare una proposta per modifiche concrete che avranno un forte impatto sulle persone. «Se il Signor Miklos vuole ottenere un risparmio di 2 miliardi di euro dovrà guardare alle imposte e ai contributi sociali. Non vi è altra strada per tagliare una tale somma», ha detto.

In risposta alle osservazioni di Fico, il Ministero delle Finanze ha detto che si aspetta di ottenere un consolidamento dei conti pubblici con il piano che sarà approvato dalla coalizione di Governo in Settembre. Il Ministero vuole trovare soluzioni concrete per ripristinare la salute delle finanze pubbliche entro un mese.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.