Salute: pillole per il cuore e psicofarmaci le terapie più prescritte dai medici slovacchi

I farmaci per disturbi cardiovascolari e problemi psichiatrici sono tra quelli più comunemente prescritti dai medici slovacchi nel 2013. Le terapie per patologie cardiache e pressione alta sono da tempo in cima alla lista delle prescrizioni mediche nel paese, ma l’aumento dei trattamenti psichici e psichiatrici è una novità che si è notevolmente sviluppata negli ultimi due anni. Nei dodici mesi del 2013 le farmacie del paese hanno distribuito circa 29,5 milioni di confezioni di medicinali cardiovascolari e poco meno di 14 milioni di confezioni di psicofarmaci, secondo il Centro Nazionale d’Informazione Sanitario.

La stessa organizzazione informa che l’anno scorso sono state consumate in totale oltre 84 milioni di confezioni di medicinali coperti o parzialmente coperti da mutua o assicurazione sanitaria. Un dato in lieve calo di circa lo 0,23% rispetto al 2012. Il costo pagato dai tre assicuratori sanitari (la mutua pubblica Vsžp e le due private Dôvera  e Union) è stato di circa 825 milioni di euro, mentre i pazienti hanno sborsato un ticket globale di circa 149 milioni.

L’aumento dell’uso di psicofarmaci, secondo quando detto da un esperto di psichiatria al quotidiano Pravda, è soprattutto dovuto alla maggiore disponibilità delle persone a chiedere aiuto. Manca tuttavia ancora uno studio dettagliato sulla situazione, che fino ad oggi non è stato messo in cantiere. Secondo un altro psichiatra, l’aumento dei medicinali è dovuto ai problemi finanziari delle famiglie slovacche. Molti, dice il medico, non riescono a vedere una via d’uscita da questa situazione, e il risultato è l’ansia e depressione.

(Red)

Foto Pixabay

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.