*UN ANNO FA* – Studio BCE: in Slovacchia 9 su 10 famiglie posseggono il proprio alloggio

Articolo uscito in origine su Buongiorno Slovacchia il 11/04/2013

Secondo un recente studio della Banca centrale europea (BCE), la Slovacchia è finita prima tra i paesi della Zona Euro per la proprietà di case e appartamenti: nove famiglie slovacche su dieci posseggono infatti la propria casa, riporta oggi in prima pagina il quotidiano finanziario Hospodarske Noviny.

Nell’elenco la Slovacchia viene prima di Spagna, Slovenia, Malta e Cipro, paese nel quale circa l’80% delle famiglie possiede il proprio alloggio. Molto più indietro nazioni economie forti come la Germania (solo il 44% delle famiglie è proprietaria dell’abitazione), Austria (47,7%) e Francia (55,3%). I residenti di Spagna e Italia, paesi che sono in forte crisi, hanno più di tre volte più proprietà dei tedeschi. Dove la gente può permettersi un proprio alloggio, come in Germania, preferisce invece non possederlo, perché è più vantaggioso essere in affitto, ha detto al giornale l’analista Vladimir Balaz dell’Accademia Slovacca delle Scienze (SAV).

Secondo il capo dell’Associazione delle Agenzie immobiliari della Slovacchia (Narks), Lubomir Kardos, quella registrata dalla ricerca «è un’anomalia che si è verificata a causa del precedente regime» comunista, quando dopo la sua caduta nel 1990 ci fu una corsa all’acquisto di appartamenti statali, che del resto i comuni erano desiderosi di vendere. Allora la gente poteva acquistare appartamenti per circa 1.700 euro, o anche meno, ha detto Kardos (gli alloggi dello Stato per circa 50.000 corone, quelli delle cooperative per circa 30.000).

Lo studio è basato su dati raccolti tra il 2008 e il 2010, e incentrato sulla ricchezza netta mediana di 62.000 famiglie in tutti i paesi della Zona Euro ad eccezione di Irlanda ed Estonia.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.