Autostrade, Salini-Impregilo vince contratto da 410 milioni per la D1 nel nord della Slovacchia

Il gruppo italiano Salini-Impregilo, gigante delle costruzioni del Belpaese, è risultato vincente insieme alla società Duha di Presov nella gara per la costruzione del tratto autostradale D1 Lietavská Lucka – Dubna Skala (nella regione di Zilina). Un affare che vale 410 milioni di euro, e include la progettazione e realizzazione di una sezione di strada a quattro corsie di 13 km. Insieme a 5 viadotti per 2,5 km complessivi, l’opera include lo scavo di un tunnel a doppia canna in località Visnove della lunghezza di 7,5 km.

Il consorzio ha vinto la gara d’appalto dopo che, informa oggi il quotidiano economico Hospodarske Noviny, sono state esclusa le due offerte più economiche, provenienti da due costruttori a cui recentemente è stato proibito di partecipare a gara alcuna. Negli ultimi mesi le offerte di Skanska e Doprastav, già accettate dalla Società nazionale autostrade (NDS), sono state alla fine escluse dalla gara a causa del coinvolgimento delle società in un accordo di cartello riguardante la costruzione di un altro tratto della D1, il Mengusovce – Jánovce, sito nella Slovacchia orientale. Il fatto, avvenuto nel 2005, è stato confermato nel 2013 da una sentenza della Corte Suprema, che prevede ora l’esclusione delle due aziende coinvolte da tutti gli appalti esistenti. Sempre in seguito alla sentenza sono state escluse anche le offerte di Strabag e Inzinierske Stavby, anche loro coinvolte nel cartello che includeva in tutto sei società, che fu scoperto dall’Ufficio Antimonopoli (PMU), garante per la concorrenza del mercato. I sei soggetti ricevettero una multa globale di 45 milioni di euro. L’Ufficio per gli Appalti pubblici (UVO) stabilì in seguito (nel 2006) che queste società erano sospese dalle gare pubbliche, sentenza confermata in via definitiva l’anno scorso dalla Corte Suprema. Oltre alla gara del tratto autostrale vinto dagli italiani ci sono altre due gare nelle quali compaiono i soggetti incriminati: il tratto di D3 Zilina Strazov – Zilina Brodno, e la sezione di R2 Zvolen – Pstrusa vychod.

Un lancio dell’agenzia Ansa aveva informato giovedì 17 aprile della commessa alla società italiana, che guida il consorzio con una quota del 75%. Il tratto, leggiamo dal sito della società, è parte del corridoio 5 del Trans-European Networks (Ten) tra Bratislava e l’Ucraina ed è finanziato dall’UE (attraverso la BEI) e dal governo slovacco.

I lavori, che inizieranno nella seconda metà di quest’anno, dureranno circa 5 anni e mezzo. Salini-Impregilo conta con questo contratto di entrare in un nuovo mercato nel quale è in programma una rete di nuove infrastrutture fortemente finanziata dall’UE.

(La Redazione, Fonte hnonline.sk)

Foto cereus@wikimedia

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google