La modella slovacca Kukučova: ho sparato per difesa, sono incinta del mio ex

La 24enne slovacca Mária Kukučová, ritenuta responsabile dell’omicidio del milionario britannico Andrew Bush, 48 anni, divorziato e padre di una figlia 19enne (un caso del quale abbiamo dato conto qui), ha dichiarato nei primi interrogatori alla polizia di Nove Mesto nad Vahom, dopo essersi consegnata volontariamente, di avere sparato all’uomo per legittima difesa.

La giovane, che si era appostata nella villa dell’uomo a Estepona, sulla Costa del Sol in Spagna, avrebbe tentato di ottenere dall’ex fidanzato, dal quale era separata da alcuni mesi, aiuto e alimenti per il figlio dell’uomo che la ragazza porterebbe in grembo. Ma la reazione dell’uomo sarebbe stata, a suo dire, violenta, e lei avrebbe sparato solo per difesa. Scappata dalla casa a bordo di un Hummer di proprietà dell’uomo, malgrado, secondo la polizia, l’Audi con la quale era arrivata sul posto fosse parcheggiata nel cortile, la Kukučová dice di aver appreso della morte dell’uomo soltanto dopo aver lasciato la Spagna.

Il fatto ha avuto luogo sabato 5 aprile, e tre giorni dopo, martedì 8 aprile la 24enne si è presentata alla stazione di polizia nella sua città natale, a 3.000 chilometri di distanza, accompagnata, secondo Topky.sk, dal suo nuovo ragazzo Peter. A convalidare la sua versione dei fatti vi sarebbe una serie di lividi presenti sul suo corpo, che a suo dire sono dovuti alle percosse ricevute dall’ex. Dopo l’interrogatorio era stata scortata all’Ospedale di Trencin per una verifica medica dei lividi.

La ragazza è detenuta dal 10 aprile nel carcere di Ilava, nel nord della Slovacchia, dopo la convalida dell’arresto fatta dal giudice in una udienza durata oltre due ore, durante la quale la giovane ha detto di essere tornata in Slovacchia temendo per la sua vita. Nel carcere è stata raggiunta da una richiesta di estradizione da parte delle autorità spagnole, che la accusano di omicidio. La pena massima per il suo caso potrebbe, scrive Topky.sk, arrivare a 25 anni di galera. L’avvocato della Kukučová ha presentato ricorso alla custodia cautelare, sul quale ricorso sarà chiamata a deliberare la Corte Suprema della Repubblica Slovacca.

Non è del tutto chiaro come si siano svolti i fatti, dato che la Kukučová e Bush erano soli quando i colpi di arma da fuoco sono stati esplosi. La nuova ragazza di Bush, la 20enne studentessa russa Maria Korotaeva, arrivata alla villa insieme all’uomo, era infatti rimasta fuori dalla casa per lasciare i due a dirimere le loro questioni quando avevano trovato la slovacca nella camera da letto, in pigiama. Ed è da fuori che la Korotaeva avrebbe sentito le grida, e poi gli spari, due o forse tre, più tardi rivelatisi essere diretti alla testa dell’uomo. Il corpo, tuttavia, è stato ritrovato solo ore più tardi per una serie di coincidenze non favorevoli. Mentre la presunta omicida scappava, dopo aver intimato alla russa di uscire dall’auto, la Korotaeva avrebbe tentato di chiamare la polizia, ma la batteria del suo telefono era, pare, scarica. Nemmeno entrare in casa le era permesso, cosa impedita dai sistemi di sicurezza della villa. Solo ore dopo la polizia e i mezzi di soccorso sono intervenuti, e i vigili del fuoco hanno fatto irruzione soltanto circa 5 ore dopo il fatto, trovando l’uomo ormai privo di vita in una pozza di sangue. La Kukučová afferma che quando ha lasciato la casa l’uomo era vivo.

Secondo il suo avvocato, la donna avrebbe fatto sapere ai giornalisti di essersi arresa alla polizia slovacca «nella convinzione che il mio Paese mi fornisca maggiore protezione e non accetti l’estradizione in Spagna senza prove sufficienti, perché quanto è accaduto è molto diverso da ciò che è stato riportato dai media».

Maria Kukučová e Andrew Bush avrebbero avuto una relazione per tre anni. Si sarebbero conosciuti a Bristol, nel sud dell’Inghilterra, dove l’uomo ha un noto e ben avviato negozio di gioielli. La polizia spagnola ritiene che la slovacca non era riuscita ad accettare la separazione dall’uomo, facoltoso e conosciuto nella sua città, e pensa alla gelosia come movente scatenante la furia omicida.

(La Redazione)

Foto: Facebook

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google