Analisti: riduzione prelievo secondo pilastro non è una buona mossa

Gli analisti economici non vedono con favore la decisione del Governo di modificare il rapporto proporzionale tra i prelievi per il primo e il secondo pilastro pensionistico, come confermato dal Primo Ministro Iveta Radicova (SDKU-DS) dopo la riunione del Consiglio della Coalizione Lunedi notte. «Ridurre la quantità di prelievi che vanno al secondo pilastro può aiutare le finanze pubbliche nel breve termine, ma rappresenta anche un maggiore onere per le finanze in futuro», ha detto l’analista di Slovenska Sporitelna Michal Musak. La sua opinione è condivisa dall’analista di ING Bank Eduard Hagara. «Ridurre i prelievi per il secondo pilastro non farebbe altro che rinviare i problemi del finanziamento delle pensioni», ha detto. Gli analisti hanno sottolineato che la modifica del rapporto di prelievo non aiuterebbe comunque, il Governo avrebbe ancora bisogno di trovare altre fonti finanziarie dopo la fine del temporaneo calo. «Quel che è peggio, ridurre temporaneamente l’importo dei prelievi per il secondo pilastro creerebbe un precedente, col quale i politici possono vedere il secondo pilastro come una fonte finanziaria a loro disposizione», ha detto Musak.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.