Slovacca accusata di brutale omicidio in Spagna, si consegna dopo fuga di 3000 km

Si è consegnata alla polizia nel villaggio natale di Nova Bošáca (nella regione di Trencin), a tremila chilometri dalla scena del crimine, una modella slovacca, Mayka Kukučová, che avrebbe assassinato nel week-end il suo ex, un milionario gallese, in una villa di Estepona, località a metà strada tra Malaga e Gibilterra sulla Costa del Sol, in Spagna. La storia aveva dominato nei giorni scorsi le home page dei notiziari online, con uno stereotipo del tipo: Giovane, bella e in fuga.

La 24enne Mária Kukučová, alias Mayka Marica Kukučová, è stata oggetto di una caccia internazionale da parte della polizia spagnola e dell’Interpol, con l’accusa di essere l’autrice dell’omicidio a colpi di arma da fuoco – alla testa – dell’ex fidanzato, il commerciante di gioielli 48enne Andrew Bush, che si trovava nella casa con la nuova compagna. Per la ricerca erano state in un primo momento allertate le forze dell’ordine in Portogallo, il cui confine dista poche centinaia di chilometri, e il Marocco.

Secondo le prime ricostruzioni della stampa slovacca, la modella si sarebbe introdotta nella casa, dove hanno vissuto insieme, e, in attesa dell’uomo, forse si sarebbe stesa nel letto. Quando sabato il gioielliere è arrivato alla casa, con la nuova fidanzata che lo accompagnava, questa lo avrebbe lasciato solo con la ex per dirimere la questione, attendendo che risolvessero da soli la situazione, e rimanendo in attesa fuori, in macchina. Altre versioni uscite sui media internazionali dicono invece che la donna sia stata chiusa fuori dalla Kukučová, che il Telegraph dice sarebbe stata sorpresa in pigiama. Poi si sarebbero sentite delle grida, e infine un paio di colpi di arma da fuoco.

La nuova fidanzata, che il Telegraph identifica come Maria Korotaeva, 20 anni, ha cercato di avvertire la polizia spagnola, ma il suo cellulare era scarico e lei non è riuscita ad entrare nella casa a causa del sistema di sicurezza. Quando finalmente è riuscita a chiamare il numero delle emergenze la Kukučová si era già volatilizzata. Messasi al volante di un fuoristrada Hummer, uno dei tanti veicoli di lusso di proprietà dell’uomo (sul posto erano anche una Porsche e una Ferrari), si era dileguata. Andrew Bush è poi stato trovato esanime in una pozza di sangue, con due fori in testa. Accanto al corpo la pistola usata per il delitto. L’auto è stata in seguito ritrovata dalla polizia a pochi chilometri di distanza. Le autorità spagnole hanno sequestrato alla villa i mezzi di Bush, e anche un’Audi ritenuta appartenere alla ragazza slovacca.

Mayka e Andrew si erano lasciati da poco, pare in ottobre, e lui aveva trovato una nuova compagna, che è stata risparmiata dalla furia della modella e ora è l’unica testimone in grado di ricostruire quanto successo. Pare che la modella fosse impiegata nel lussuoso negozio di gioielli dell’uomo, a Bristol, elegante città sull’estuario del Severn, nel sud-ovest dell’Inghilterra, e che i due siano rimasti insieme per tre anni. E la villa in Spagna pare fosse stato il loro buen retiro dove hanno vissuto insieme e si rifugiavano di tanto in tanto. Arrivando alla villa, la nuova coppia, secondo la Korotaeva, intendeva festeggiare i cinque mesi di fidanzamento.

La Kukučová ha posato per diversi brand della moda, tra i quali la catena H&M per una linea di costumi. Ma aveva vissuto a lungo all’estero e in Slovacchia non era molto conosciuta. Secondo il sito Pluska.sk, di recente sarebbe anche stata ospite in Slovacchia al concorso di bellezza Miss Universo 2014, e il 14 marzo scorso la modella aveva postato una foto sul suo profilo Facebook che la ritraeva appunto all’evento, ma nessuno se la ricorda. La stessa vincitrice del concorso, Silvia Procházková, ha detto di averla incontrata un paio di volte soltanto, una durante il casting per Miss Universo 2014, e l’altra quando si è congratulata con lei nell’after party dopo la vittoria. Pluska scrive che sul social network risultava che Mayka viveva a Bristol, dove vive anche il fratello.

Dopo alcuni giorni di caccia, la slovacca si è consegnata ieri nel primo pomeriggio alla polizia di Nove Mesto nad Vahom, accompagnata dai genitori. Per tornare in Slovacchia la ragazza ha attraversato cinque paesi e fatto tremila chilometri. L’avrebbe aiutata, secondo i media slovacchi, un amico.

La vittima era un uomo d’affari introverso e molto stimato, originario del Galles. La sua nuova fidanzata, invece, appena un anno in più della figlia che l’uomo ha avuto con l’ex moglie, sta frequentando l’Università del West England studiando Business and Human Resources, secondo quanto scrive il Telegraph.

Sul suo profilo Facebook, ora oscurato, la ragazza slovacca aveva postato nel tempo molte fotografie della relazione con Andrew Bush.

 La villa dove è avvenuto il fatto:

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google