Corruzione, pronta nuova legge in Slovacchia che protegge e premia gli informatori

Il Ministero degli Interni ha introdotto una legge per la protezione degli informatori che denunciano episodi di corruzione, che dovrebbe entrare in vigore quest’autunno, dopo aver passato il normale processo legislativo.

La corruzione nel paese è percepita come un fenomeno relativamente diffuso sia nella sfera pubblica che in quella privata. Chi fornirà informazioni volte a contrastare la corruzione potrà ottenere una ricompensa fino a 17.600 euro, un importo che ammonta a circa 50 volte il salario medio minimo. La cifra non sarà tuttavia pagata automaticamente, ma solo dopo una decisione da parte del Ministero della Giustizia.

La legge prevede anche la protezione dell’informatore sul luogo di lavoro, presumendo che chi parla possa essere un impiegato collega di chi viene corrotto. La custodia potrà essere concessa dall’Ispettorato del lavoro dopo la decisione della corte.

Diversi casi in passato hanno visto degli informatori che, pur sottoposti alla protezione da parte dell’ispettorato, sono stati trasferiti a mansioni di livello inferiore o addirittura licenziati. Episodi che portano a demotivare le persone dal denunciare questi fenomeni e che la nuova normativa vuole cercare di evitare.

(Red)

 

Foto kmillard92@flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.