Una Bratislava commossa rende omaggio a Claudio Abbado

Bratislava ha celebrato Claudio Abbado con un evento ricco di musica e testimonianze. Grande commozione del pubblico che martedì 1 aprila ha affollato la sala concerti del Palazzo Primaziale per “Omaggio a Claudio Abbado”, evento organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura della capitale slovacca, in collaborazione con quello di Budapest. Sul palco sono saliti Alessandro Carbonare al clarinetto, Elisa Papandrea al violino e Monaldo Braconi al pianoforte, tutti collaboratori del grande maestro scomparso il 20 gennaio di quest’anno.

Non solo quindi brani musicali, ma anche ricordi personali hanno animato la loro partecipazione all’evento.

Tra le persone intervenute, anche Adrian Rajter, figlio del compositore e direttore d’orchestra slovacco Ludovit, che del maestro era amico: proprio il giovane ha tracciato un profilo esclusivo di Abbado, sottolineandone la vicinanza particolare alla Slovacchia e illustrando le numerose collaborazioni con i grandi ensemble locali. Il legame del maestro italiano con il Paese centro-europeo è sempre stato molto stretto e risale agli inizi della sua carriera, al 1965, quando per la prima volta, in Italia, diresse l’Orchestra e il Coro della Filarmonica Slovacca.

Abbado si recò per l’ultima volta nel Paese nel 2004, quando salì sul podio della Filarmonica, ed era previsto un suo ritorno a settembre di quest’anno a Bratislava, nell’ambito della 50esima edizione del Festival della Musica (BHS), per dirigere l’Orchestra Mozart di Bologna presso la sala grande di Reduta.

(Red)

Foto: IIC Bratislava/Wikipedia

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google