Italia: Scrivere la nuova Europa, la settimana della lingua italiana durante la presidenza UE

“Scrivere la nuova Europa: editoria italiana, autori e lettori nell’era digitale”: questo il tema che legherà i vari eventi che animeranno la XIV edizione della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, indetta dal 20 al 25 ottobre 2014. E non poteva essere altrimenti, nel semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea.

Con questa scelta gli organizzatori della Settimana – Farnesina e Accademia della Crusca – hanno inteso valorizzare il ruolo del libro nelle sue molteplici connotazioni, dal cartaceo al digitale, nello sviluppo del concetto di Europa e quale strumento di diffusione della cultura e vettore di civilizzazione delle società.

Il tutto si inquadra nell’ambito del semestre di presidenza italiana dell’Unione europea, un contesto che permetterà di programmare eventi che abbiano un’ottica rivolta alla costruzione e sviluppo dell’identità culturale del Vecchio Continente. Quest’ultima infatti è andata di pari passo con il progresso tecnico del libro, dall’invenzione della stampa al suo sviluppo, in parallelo con la crescita della società civile europea fino al contesto odierno, caratterizzato dall’uso di reti telematiche “globali” e dalla crescente affermazione di nuovi supporti digitali.

Nata nel 2001 da una felice intesa tra il Ministero degli Affari Esteri e l’Accademia della Crusca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il contributo delle Ambasciate della Confederazione svizzera, in cui l’italiano è una delle lingue ufficiali, la Settimana della Lingua Italiana nel mondo si è sviluppata nel corso degli anni orientando su un tema specifico, definito di anno in anno, le forze di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura. La loro azione congiunta, finalizzata a promuovere, assieme al nostro patrimonio linguistico, la coscienza dei valori civili, storici e culturali che la lingua nazionale esprime, contribuisce a rafforzare positivamente la nostra immagine nel mondo.

Nella terza settimana di ottobre, in ognuna delle sedi estere si sviluppa la tematica dell’anno in modo diverso e originale, dimostrando così le grandi potenzialità della nostra rete che può produrre risultati di grande impatto e di elevato livello qualitativo.

La lingua è parte integrante della cultura di un paese, ma è soprattutto il veicolo privilegiato per trasmetterla al di fuori dei confini nazionali. Proprio per questo la Settimana è stata pensata come un contenitore di eventi che abbiano come comune denominatore la promozione della lingua italiana.

La promozione della lingua contribuisce ad evidenziare, oltre all’espressione artistica e letteraria, la ricerca scientifica e tecnologica italiana, mettendo in risalto il patrimonio culturale che ispira l’attività delle nostre imprese all’estero. Emergono in tal modo i valori risalenti alla nostra tradizione che si rispecchiano nei numerosi aspetti attraverso cui si esprime la cultura italiana: l’armonia e la bellezza dei centri storici, l’espressività delle produzioni musicali, l’alto spessore storico e culturale della letteratura, l’attenzione alla qualità dell’alimentazione, l’eleganza del design. Anche i numerosi italianismi presenti e adottati nelle lingue europee testimoniano la fertilità degli scambi artistici e scientifici e l’influenza della lingua italiana.

La concentrazione degli eventi nella stessa data produce un effetto moltiplicatore a tutto vantaggio della visibilità, e anche per questo nel corso degli anni la manifestazione si è confermata di notevole impatto e di ampia diffusione, grazie anche a molte personalità di rilievo della cultura italiana che hanno offerto la loro collaborazione.

(Fonte Aise)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google