Fico torna in pubblico per il Consiglio dei Ministri. Madaric parla di rimpasto di governo

È apparso in pubblico oggi (mercoledì) il Primo ministro Robert Fico, nella sua prima apparizione dall’amara sconfitta alle elezioni presidenziali di sabato 29 marzo, per partecipare alla consueta riunione del Consiglio dei Ministri. Quando ancora lo scrutinio dei voti del secondo turno era ancora a circa metà, Fico prese la parola nella notte elettorale per ammettere la (cocente) sconfitta e fare le congratulazioni al vincitore Andrej Kiska. Già allora i numeri erano molto simili a quelli poi risultati finali: circa 60% per Kiska contro un 40% a Fico. In quella brevissima conferenza stampa dalla sede del partito Smer Fico aveva detto che si sarebbe ritirato (pare dalla mamma) prendendosi una pausa per recuperare l’infortunio al tallone d’Achille che aveva subito in una partita di calcio circa un mese fa. Una pausa che non si era potuto permettere prima dato che la campagna per le elezioni presidenziali era al suo culmine.

La colpa del risultato devastante delle elezioni del Presidente della Repubblica, per la verità, se l’è già assunta anche davanti ai media il Ministro della Cultura Marek Madaric, che era il capo della campagna di Fico, ma la questione sarà affrontata, pare, presto dalal direzione di Smer-SD. Madaric, che è uno dei vice presidenti del partito socialdemocratico, ha detto oggi prima della riunione dell’esecutivo, che ci potrebbero essere cambiamenti, in forma di rimpasto, nella squadra di governo, che Madaric ha negato essere connessi con la sconfitta elettorale. Piuttosto, ha detto, sono legati a una revisione del lavoro della squadra dei ministri a metà esatta del mandato elettorale.

L’ipotesi di rimpasto era stata presa in esame anche dal quotidiano Sme nell’edizione odierna, con l’allontanamento di alcuni membri del governo. I principali “sospettati”, secondo Sme, sono il Ministro dell’Istruzione Dusan Caplovic e il Ministro dell’Economia Tomas Malatinsky. Caplovic, scrive Sme, ha dovuto affrontare diversi piccoli scandali che sono stati trattati – e comunicati al pubblico – in maniera maldestra, e poi non ha accontentato in maniera soddisfacente le richieste salariali degli insegnanti. Fico avrebbe dei rimbrotti anche per Malatinsky, scrive Sme, in particolare per la sua scarsa attività e per l’essere rimasto invischiato pure lui in alcuni scandali, come l’affitto di una sua casa allo “squalo finanziario” (come scrive Sme) Jaroslav Hascak del gruppo Penta, conosciuto dal grande pubblico per la sua apparizione nello scandalo Gorila. Inoltre, era stato scoperto che un documento del Ministero dell’Economia per il governo era stato redatto su un computer appartenente al gruppo finanziario J&T.

(La Redazione, Fonte Tasr, Sme)

Foto vlada.gov.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google