Ultimo minuto: Marek Hamsik lascia il Napoli. Per lui un futuro in Francia

Un fulmine a ciel sereno. Dopo sette stagioni giocate nell’SSC Napoli, che gli hanno dato visibilità internazionale, la promozione a capitano della squadra da poche settimane e un rinnovo fino al 2018 firmato appena sei mesi fa, Hamsik, che sta passando una stagione difficile dopo un infortunio che ha ridotto di molto il suo rendimento ha deciso che può bastare. Dopo le voci di qualche giorno fa, che parlavano di uno scambio Hamsik-Balotelli con il Milan, il centrocampista slovacco ha sorpreso tutti quando in una conferenza stampa questa mattina ha dichiarato che ha deciso di lasciare il team partenopeo e accettare un’offerta del Paris Saint-Germain degli ex compagni Lavezzi e Cavani. Per lui il ruolo di capitano, co-allenatore insieme a Laurent Blanc, e socio di minoranza del club.

Per convincerlo, il presidente della squadra e azionista di maggioranza, il qatarese Nasser Al-Khelaïfi, oltre a un ricco cachet, gli ha offerto dunque un ruolo del tutto inusuale, di giocatore-allenatore-socio, che non ha eguali nel mondo del pallone dei giorni nostri. Oltre ai due ex colleghi, con i quali ha giocato alcune stagioni sotto il Vesuvio, Hamsik si è lasciato attrarre anche dall’idea di avere con sé il cannoniere Ibrahimovic (35 reti la scorsa stagione), e dal progetto di Al-Khelaïfi di riportare la squadra ai vertici non solo in Francia, dove ha incassato lo scudetto 2013 con 83 punti, 12 di vantaggio sul Marsiglia, e la Supercoppa francese, ma anche in Europa.

Ma l’offerta economica è stata forse la chiave, con un aumento del suo ingaggio a 5 milioni all’anno, dai 3,5 che gli erano stati concessi da De Laurentiis nell’ultimo rinnovo di contratto dell’anno scorso. E poi, diventare socio di una delle squadre più titolate d’Europa, un prestigio che lo slovacco, oggi 26enne e dunque potenzialmente ancora giocatore per almeno 8 stagioni, non si è comunque voluto lasciare scappare. Un investimento per la pensione, insomma. Non è chiaro, per il momento, quanto i francesi sborseranno per il cartellino di Marek, che è valutato generalmente intorno ai 40 milioni di euro.

Contenta per la scelta anche Martina, la compagna con la quale ha avuto due figli (Christian e Lucas), che finalmente nella capitale francese potrà sentirsi più sicura a girare da sola, dopo alcuni spiacevoli episodi che l’hanno vista protagonista nella città partenopea (come la rapina subita nel 2012 quando, incinta del secondo figlio, è stata minacciata pistola in faccia per rubarle l’auto). Inoltre, gli Champs-Élysées faranno presto dimenticare ad entrambi la dolcezza del clima napoletano e il calore e simpatia dei tifosi locali.

Inutile dire che proprio i tifosi, che per ‘Marekiaro’ avevano davvero un debole e una sincera adorazione, sono rimasti completamente basiti e non sembrano volersi rassegnare. Nel giro di pochi minuti in seguito alla conferenza stampa una ‘chiamata alle armi’ via sms e social networks ha raccolto centinaia di tifosi su Piazza Plebiscito, la piazza simbolo della città, che si stanno organizzando per un sit-in di protesta, chiedendo l’intervento del sindaco De Magistris e del governatore della regione Caldoro, con striscioni inneggianti a Marek per chiedergli di non firmare. Il comune di Napoli avrebbe chiesto pochi minuti fa l’intervento delle forze dell’ordine, temendo che la protesta possa trasformarsi, con l’intrusione di ultras e black block, in una vera e propria rivolta che potrebbe mettere a ferro e fuoco il centro città. Hamsik stesso, per non avere problemi, è stato costretto ad allontanarsi dalla conferenza stampa in elicottero.

Ecco come si presenta in questo momento Piazza Plebiscito:

Per maggiori particolari e gli aggiornamenti vedere qui.

(P.S.)

Foto Wikimedia Commons

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google