In autostop dall’Italia, un mese “tra le tette di Donna Slovacchia”

Brindisina, viaggiatrice, scrittrice e fotografa, come si definisce su Linkedin, o web developer e web designer come è definita altrove, Brì (Brighella) Lia Muscogiuri ha scelto la Slovacchia per l’ultimo dei suoi viaggi, arrivandoci in autostop dall’Italia, e percorrendola poi in fuoristrada (un’eccezione per le sue abitudini, dice lei) in una lenta esplorazione durata un intero mese e terminata questa settimana. Ora, prima del rientro nel Belpaese, si sposta in Ungheria, di nuovo in autostop. Qui un suo parziale resoconto, postato il 28 febbraio, seguito da immagini scattate sul percorso e postate sui social in queste settimane. Qui un prologo del viaggio, per chi volesse conoscerlo. (BS)

#Slovacchia, vecchia signora dai fianchi un po’ molli.

1700 km di passaggi e incroci di vite dopo, il grande Far Est.

Non poi così lontano se contiamo i passi ma, varcato il confine austriaco, un ponte levatoio si schianta pesantemente al suolo.

Diradatasi la polvere, si scorge l’ingresso per un mondo nuovo ma con quell’aspetto un po’ stantio delle case anni ’50 – quelle con la carta da parati marrone a fiori – e l’odore un po’ stagionato di croste di formaggio appena grattugiato.

L’orizzonte è dominato da colori tristi che, a modo loro, riescono a emanare un timido calore.

Ai piedi degli alberi, un rosso ferroso copre di ruggine il verde vivo di una primavera in attesa del permesso di sbocciare.

Terra di rudi minatori e conquiste (altrui), sulle prime la Slovacchia resta schiva come i suoi abitanti.

Separata alla nascita dalla gemella Ceca, questa Repubblica inizia a muovere i suoi primi passi incerti, incredula davanti a un’inaspettata indipendenza negata per secoli che scopre un’identità appena nata ma già decisa a caratterizzarsi, in ritardo sui vicini di confine.

Così radicalmente latina nelle declinazioni della lingua ma talmente slava nello spirito che quando si alza il vento ti si gela il cuore.

Prostituta dall’animo duro che nel tempo si è concessa a slavi, austriaci e ungheresi, senza mai abbassare quello sguardo, fiero e impenetrabile. Giusto quello.

Unica strada tra il Danubio e i Carpazi, aperta al passaggio di eserciti in marcia per la grandezza del proprio popolo che tra le sue cosce si riposavano e ritrovavano le forze.

E io me li immagino lì, mentre si passano tra le dita i capelli biondi delle donne più belle d’Europa, con sulle labbra una sigaretta, parole d’amore senza promesse e illusioni di libertà.

(Lia Moscagiuri, in arte Brì, via Trotamundos.it)

…e dopo la conquista di #Bratislava, si spalancano le porte al tour della #Slovacchia.

Il primo a cedere all’assalto ed essere annesso è il #castello di #Devin! e sulla sponda sinistra del #Danubio si vede l’Austria. [sul mio regno non tramonta mai il sole] #devinhrad #Slovacchia

demone #nerd, esci da questo corpo!!! — a Bratislava.

costeggiando le rive del fiume Nitra, si arriva al #castello di #Bojnice, uno dei più belli d’Europa.
In paese si narra che dalla tomba dell’ultima proprietaria #Palffy uscissero lacrime blu ogni volta che qualche opera d’arte veniva spostata.
Ogni anno, si tiene qui un #festival di #spettri. — a Bojnice.

#cicmany e le casette di legno dipinte. Sembrano un po’ quelle di #marzapane di Hänsel e Gretel… — a Čičmany.

dal caldo dei #Caraibi al freddo della #Slovacchia.

tornerei al caldo, se il freddo non avesse questi colori. — a Vlkolinec.

Giona nelle gole della #Slovacchia. — presso Manínska Tiesňava

e il vento modellò le rocce a propria immagine e somiglianza. — presso Súľovské Skaly.

ed è già passato un mese dall’inizio di questo secondo #viaggio! fra qualche giorno finisce il tour della #Slovacchia, con traguardo a #Nitra!

i peggiori bar della #Slovacchia. quelli dove per colazione ti servono una #Slivovica 55%. — a Levoca.

cosa non si farebbe per tenerli contenti! — a Donovaly.

incontri ravvicinati del cervo tipo. Discovering #Slovacchia

l castello di #Spis, uno dei patrimoni #UNESCO della #Slovacchia. — presso Spišský hrad.

e scusate se non ho i leggings in latex.

un piccolo paese di montanari della #Slovacchia, reinterpretato in chiave #tiltshift

Tutte le immagini sono © Trotamundos.it

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google