Artisti slovacchi: Imro Weiner-Kráľ (1901 – 1978)

Imro Weiner-Kráľ (1901–1978), nato a Považská Bystrica (allora Impero Austro Ungarico, poi Cecoslovacchia ed ora Slovacchia). Nel 1923 Weiner-Kráľ inizia a studiare pittura presso l’Accademia di Belle Arti a Düsseldorf e poi all’Accademia di Belle Arti di Berlino ed infine in Francia. Le sue prime opere d’arte sono influenzate dall’espressionismo e dal cubismo. Successivamente si avvicina al surrealismo tanto che nel 1936 organizza insieme al pittore František Malý la prima mostra di pittura surrealista in Slovacchia. Il suo interesse per questa corrente artistica è corroborata ed approfondita dalla continua frequentazione dei principali esponenti surrealisti europei. Nel 1939 si trasferisce a Parigi dove l’occupazione della Francia da parte dei tedeschi e la nascita del regime di Vichy lo porta ad un attiva partecipazione alla resistenza anti-nazista e proprio in quei frangenti adotta come pseudonimo “il cognome” Kráľ che utilizzerà poi per sempre anche nei tempi più tranquilli che verranno. Ritornato a Bratislava a metà degli anni ’50, vi è rimasto fino alla morte.

A cura di Mauro Pierluigi, immagini dal gruppo Facebook “Arte nell’Est Europa”.

PS: Tutti i diritti delle opere raffigurate sono dell’autore o dei suoi eredi. Questa pubblicazione ha scopo solamente informativo

Immagine sotto al titolo: Imro Werner-Kral, autoritratto cca 1925, part., elab. B.Slovacchia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*