Economia sommersa in Slovacchia a livello di Europa occidentale

È in calo il numero di evasori, secondo un articolo di venerdì di Hospodarske Noviny, grazie alla riduzione del lavoro sommerso e dei salari non dichiarati. La quota di economia sommersa in Slovacchia è ora la più piccola tra tutti i nuovi stati membri dell’UE, risulta da uno studio dell’Università Johannes Kepler di Linz e della società di consulenza AT Kearney, ed è paragonabile a quella nei paesi dell’Europa occidentale. La tendenza è tuttavia in calo in tutta Europa, ed è un risultato delle misure presi dai diversi governi per ridurre i deficit di bilancio combattendo l’evasione fiscale e il lavoro sommerso. In Slovacchia si stima che anche quest’anno il trend proseguirà, e a fine 2014 la quota di PIL di economia sommersa potrebbe arrivare al 14,6%.

In Slovacchia si deve dare il merito, scrive il giornale, alla maggiore efficienza della riscossione dell’IVA, che è in crescita da cinque trimestri consecutivi dopo un lungo declino, ma anche ai sistemi di pagamento elettronici, che rendono più complicato fare operazioni in nero. Secondo i dati della Banca Centrale Europea, la Slovacchia è in questo campo tra i paesi leader della regione, con una media di quasi 100 pagamenti con carta di credito o di debito per ogni slovacco. La media bulgara, tanto per fare un raffronto, è di meno di 20 transazioni.

(Red)

Foto Images_of_Money/flickr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google