Slovacchia attraente per gli investitori, la sfida non sui bassi salari ma sul valore aggiuto

L’anno scorso, leggiamo nel resoconto di una trasmissione di Gavin Shoebridge per Radio Slovakia International,  2.179 imprese straniere si sono stabilite in Slovacchia. 286 erano ditte individuali, e il resto erano persone giuridiche, secondo i dati dell’Ufficio di Statistica. Negli ultimi undici mesi del 2013 tali imprese hanno investito quasi un miliardo di euro in Slovacchia. Alcuni degli investimenti sono arrivati grazie agli incentivi governativi, in particolare alle esenzioni fiscali.

Nel mondo, il Made in Slovakia sta ottenendo riconoscimenti per il livello crescente di qualità. La reputazione si accompagna a un costo del lavoro ancora relativamente abbordabile, che dà un certo vantaggio alla Slovacchia rispetto all’andare a produrre nei paesi occidentali, come dice all’autore Michal Valentik, investment strategist per Generali PPF Invest. Forse non tutti sanno, ha detto, che il salario medio nel settore manifatturiero in Cina è più di 400 euro al mese. Un fenomeno che sta facendo riflettere a livello globale, e ora le imprese ci pensano due volte prima di pianificare un trasferimento della produzione in Cina. Addirittura, il numero di aziende statunitensi che traslocano di nuovo negli Stati Uniti è raddoppiato solo nell’ultimo anno e mezzo, secondo CNN Money. La produzione in Cina, insomma, diventerà presto meno redditizia.

Nonostante i suoi bassi salari, la Slovacchia non è tuttavia l’opzione più economica in Europa per le aziende internazionali in cerca di manodopera a basso costo. Il salario minimo mensile, che spesso si applica a persone senza educazione, è di 352 euro in Slovacchia, mentre in Bulgaria è di appena 191 euro, nota ad esempio il vice presidente dell’Associazione delle industrie meccaniche della Slovacchia, Juraj Borgula. Ma la sfida non è cercare di competere con il costo del lavoro a livello mondiale, perché l’80% guadagna meno degli slovacchi, afferma il presidente del sindacato KOVO Emil Machyna. La Slovacchia deve invece concentrarsi sulla produzione, e in generale sul lavoro, con più alto valore aggiunto, investendo in ricerca ed educazione.

(Fonte Radio Slovakia International)

Immagine: elaborazione Buongiorno Slovacchia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.