Il parcheggio a Bratislava era già un problema negli anni ’70 (video)

Come dice la commentatrice di questo servizio della Tv slovacca (pubblica) del 1977, i parcheggi a Bratislava sono (erano) pochi, e gli automobilisti (allora certo non tanti come ora) erano costretti a lasciare le proprie auto un po’ dove capitava, spesso in zona vietata, sui marciapiedi, sull’erba delle aiuole o per strada in doppia fila. In compenso, nelle nuove aree residenziali, la costruzione di grandi condomini (paneláky) era accompagnata da larghi parcheggi dedicati, che però rimanevano praticamente inutilizzati mentre i residenti continuavano a parcheggiare per strada, vicino alle entrate delle loro abitazioni.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

E questi erano i trasporti pubblici nella capitale negli stessi anni (1975). E ancora si critica la scarsa capacità di Bratislava di accogliere il traffico cittadino. Trent’anni prima, dice un commentatore, il traffico pubblico era più efficiente e veloce di oggi (negli anni ’70). Per questa ragione era necessario rinnovare il parco del trasporto pubblico con mezzi più grandi, capaci di trasportare più passeggeri.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.