Il Ministro degli Esteri ceco a Bratislava: un errore che Praga non si sia interessata di più di UE

Martedì era a Bratislava il nuovo Ministro degli Esteri ceco, Lubomir Zaoralek, nominato a gennaio, per una visita al collega omologo slovacco Miroslav Lajcak.  Zaoralek ha detto che questo governo sarà più attivo nel partecipare al processo di integrazione nell’Unione Europea. A questo proposito, il capo della diplomazia ceca ha detto di essere rammaricato per il poco coinvolgimento della politica ceca negli ultimi anni nel dibattito sul futuro dell’Unione. L’UE, ha detto, è di vitale importanza per la Repubblica Ceca, e «il fallimento di questo progetto sarebbe fatale per noi». L’autoisolamento della Repubblica Ceca nel dibattito sulla creazione dell’unione bancaria o del patto fiscale è stato a suo parere un errore. L’essere critici, ha sottolineato, non deve essere confuso con la fondamentale lealtà al fatto che l’Unione è un progetto che ha nutrito e migliorato l’ambiente politico dell’Europa e ha dato la possibilità soprattutto a paesi come la Repubblica Ceca e la Slovacchia di partecipare alla politica europea, cosa impensabile in passato. È importante ricordare, ha rimarcato, la sicurezza e la prosperità economica che ha portato anche a noi l’Unione Europea.

(Red)

Foto: il Castello di Praga (Julen Landa@Flickr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.