L’ex moglie slovacca porta il figlio in patria, lui non lo rivede malgrado l’affido

A nulla sono serviti tre gradi di giudizio in Slovacchia che stabilivano il rimpatrio del bimbo per l’affido al padre, un romano di 42 anni. E a nulla è valsa un’iniziale decisione del tribunale civile italiano che ancor prima conferiva al papà il compito di crescere il figlio. Perfino la condanna a un anno di carcere per sottrazione di minore dell’ex moglie si è rivelata di fatto inutile. Sentenza che certificava come la donna se ne fosse scappata col bimbo dall’Italia direzione Slovacchia, il suo paese d’origine.

Continua a leggere su Repubblica.it.

Foto vermininc@flickr

1 comment to L’ex moglie slovacca porta il figlio in patria, lui non lo rivede malgrado l’affido

  • Renata Dea

    Ma probabilmente è colpa di legge italiana che non difende i bambini, visto altri casi tristissimi, i bambini sottratti a le madri straniere senza comunicarci, senza spiegazioni, i giudici razzisti, i padri “potenti, dei forti conoscenze”. Conosco un caso concreto e non do la colpa a la madre. Il padre pedofilo, violento, la giudice arrogante e razzista. Come si può difendere una madre un caso simile ? Scappando via, dove la giustizia italiana non ha nessun potere ! La legge italiana e tutto il sistema è marcio. Credo che in questo caso è almeno un bambino salvato.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google