Ministero degli Esteri slovacco ‘scioccato’ dalla violenza in Ucraina

Una nota emessa ieri dal Ministero slovacco degli Affari esteri ed Europei indicava lo shock dei funzionari diplomatici per l’ultima ondata di violenza che ha preso piede in Ucraina, che ha causato la morte – al momento del comunicato – di almeno nove persone [ora si sa che sono 25 le vittime, quasi tutti civili, e forse un migliaio i feriti – ndr]. La direzione del ministero slovacco invita tutti i soggetti coinvolti alla moderazione e al rispetto del diritto di riunione in pubblico della cittadinanza. Un confronto che abbraccia l’uso della forza «non può servire come strumento di politica», sostiene l’ufficio stampa del ministero, chiedendo un dialogo serio per risolvere la crisi.

La Slovacchia, come paese vicino dell’Ucraina, vuole aiutare a impedire l’isolamento del paese e spera di vedere uno sviluppo in Ucraina verso lo spirito dei valori democratici europei.

I manifestanti a Kiev hanno attaccato ieri la polizia con pietre, molotov e altri ordigni. La polizia ha risposto con gas lacrimogeni, proiettili di gomma, granate stordenti e gas lacrimogeni.

(Red)

Foto: BSlovacchia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.