Ucraina: la quiete prima della tempesta

L’Ucraina da alcuni giorni non era più sulle prime pagine dei giornali, ma oggi torna ad irrompere sulla scena internazionale. I riflettori sembravano spegnersi ogni giorno di più. Si sa, in assenza di feriti e morti l’attenzione va a posarsi su altri fatti mediaticamente più interessanti e che certamente tirano di più. Ma quindi, si trattava di tanto rumore per nulla? Yanukovich è saldo al suo posto, il Governo continua con le stesse personalità di prima in attesa che venga nominato un nuovo primo Ministro, i manifestanti hanno liberato gran parte delle sedi istituzionali mantenendo saldamente il controllo di EuroMaidan che di europeo ha sempre di meno, sia in termini di colori sia in termini di rivendicazioni. A parte il capro espiatorio Azarov, ex primo Ministro dimessosi su richiesta del Presidente Yanukovich, si poteva dire: “Signori, era tutto uno scherzo, tutto è più o meno come prima”. Eppure oggi si comprende che non è così.

Continua a leggere su EastJournal.net.

Foto: account Euromaidan@twitter 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.