Artisti slovacchi: Albin Brunovský (1935-1997)

Albin Brunovský (1935, Zohor –1997, Bratislava) è uno dei più importanti esponenti dell’arte visiva slovacca del dopoguerra. Frequenta l’Accademia di Belle Arti (VSVU) di Bratislava con il prof. Vincent Hložník. Nel 1967 diventa professore presso il dipartimento di Arte Grafica ed illustrazione per libri. Nel corso della sua carriera artistica, Brunovský, utilizzando differenti tecniche d’incisione (acquaforte, acquatinta, mezzatinta, puntasecca, incisione pietra, litografia, ecc.), produce opere che possono essere definite di “realismo fantastico.” Le sue immagini spesso si fondano su un legame tra uomo e natura introducendo però elementi fantasiosi. Nelle sue opere grafiche lo stile e il disegno brillante, con un perfetto senso del dettaglio e ricco di elementi immaginativi,  produce effetti visivi insoliti, prospettive distorte e le figure rappresentate determinano spesso atmosfere di freddo erotismo. Brunovský consapevolmente sviluppa atmosfere surrealiste sottolineate da elementi fantasiosi e ricca di associazioni oniriche e simboli.

A cura di Mauro Pierluigi, immagini dal gruppo Facebook “Arte nell’Est Europa”.

PS: le opere sono di dimensioni diverse ma sono state uniformate per una migliore visione. Tutti i diritti delle opere raffigurate sono dell’autore o dei suoi eredi. Questa pubblicazione ha mero scopo informativo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.