La nazionale di hockey slovacca perde anche con la Russia. Martedì sfida con la Rep.Ceca

La nazionale di hockey su ghiaccio della Slovacchia ha segnato appena tre reti nei tre match giocati alle Olimpiadi invernali di Sochi, un risultato talmente scadente che le ha fatto perdere tutti e tre gli incontri e l’ha fatta classificare ultima del girone A. È vero che gli atleti slovacchi si sono dovuti scontrare subito con due corazzate dell’hockey – Usa e Russia – ma hanno fatto una figura scarsa anche nell’incontro con la Slovenia. Non del tutto dovuta agli slovacchi, per la verità. Nonostante probabilmente ancora sotto shock dopo le sette reti (a una) incassate dagli americani prendi tutto mercoledì, la Slovacchia sabato non aveva fatto i conti con la grinta sfoderata dagli sloveni (solo 17esimi nel ranking mondiale – la Slovacchia è 8ava). Sullo 0-0 per due tempi, nell’ultimo periodo di gioco sono stati gli sloveni a sbloccare il risultato, con la difesa slovacca che commetteva errori madornali, secondo l’inviato di Hockey Time, lasciando segnare altre due volte i goalie sloveni. Colpo di reni finale della Slovacchia, che ha segnato con Jurco ad appena 15’ dal termine sfruttando una mischia in area di attacco.

E nemmeno la terza partita, quella di ieri (domenica 16) con i padroni di casa della Federazione Russa, ha lasciato agli slovacchi un po’ di soddisfazioni. Dopo le figuracce contro Usa e Slovenia, la Slovacchia ha messo in campo una difesa agguerrita e tutti i suoi uomini si limitavano a stare nella propria metà campo aspettando gli attacchi russi e l’opportunità di un contropiede. Una rediviva Slovacchia, però, scrive Hockey Time, fa schiantare la Russia contro un muro. Gli slovacchi sfiorano la rete in apertura, e riescono a chiudere i tre tempi senza gol da entrambe le parti, lasciando il segnapunti immacolato. Inutile anche l’overtime, si finisce ai rigori. Ed è qui che la Russia non sbaglia.

Risultato: l’onta dei ripescaggi per la Russia nell’Olimpiade di casa, e la Slovacchia che dovrà superare nel derby più classico, per sperare di entrare nei quarti, i cugini della Repubblica Ceca (al 4° posto nel ranking mondiale).

(Red)

Nella foto: Zdeno Chara che festeggia l’argento ai mondiali 2012 (foto_hockeyslovakia.sk)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.