I semi di cannabis depennati da lista stupefacenti illegali in Slovacchia

Dopo la firma del Presidente slovacco Ivan Gasparovic, a partire dal 15 marzo 2014 la legge non considererà più i semi di cannabis come un prodotto stupefacente in Slovacchia. L’emendamento è stato redatto dal Ministero della Sanità dopo la scoperta che i semi di cannabis non contengono cannabinoidi psicoattivi, una classe di composti chimici noti per impedire il rilascio dei neurotrasmettitori nel cervello. Il Primo ministro Robert Fico disse nel marzo 2013 che fumare marijuana alla fine dovrebbe essere declassato a infrazione di legge anziché reato penale. Per il momento, le piante di cannabis rimangono nella lista delle sostanze stupefacenti illecite.

Al contrario dei semi di cannabis, otto sostanze di origine sintetica si vanno invece ad aggiungere alla lista nera delle sostanze illegali. Si tratta, tra le altre, di buphedrone, desoxypipradrol e 4 varietà di metilamfetamina.

I semi di canapa (fonte Wikipedia) sono molto ricchi di acidi linoleici, vitamine e amminoacidi essenziali, e costituiscono un alimento completo; sono usati anche per la spremitura di un olio, l’olio di semi di canapa, che ha un uso alimentare, ma è valido anche come combustibile. Costituivano un ingrediente tradizionale di molte cucine orientali e di alcune zone della Russia, impiegati nella produzione di una farinata in particolare nei periodi di carestia. La pianta di canapa è conosciuta da millenni, e utilizzata per una quantità di produzioni sfruttandone la fibra. Anche il suo uso curativo è più che millenario, e in questo senso la prima descrizione di questa erba la si trova nell’erbario dell’impreatore Shen Nung del 2700 a.C. circa.

(Red, Fonte Tasr)

Fonte Wikimedia Commons

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.