I fondi della riserva personale del Premier di solito nelle tasche dei colleghi di partito

Un’analisi dell’organizzazione non governativa Slovak Governance Institute (SGI), scriveva ieri Sme, ha confrontato le destinazioni del denaro provenienti dalle riserve speciali dei Primi ministri slovacchi, scoprendo che i sindaci maggiormente vicini al partito o alla coalizione di governo hanno avuto pià successo nelle assegnazioni dal fondi direttamente dalla riserva del Premier. Questa tendenza non cambia se al potere c’è la destra o la sinistra, secondo il rapporto. Sono stati oggetto di raffronto i governi dal 1998 in poi, guidati da Mikulas Dzurinda (1998-2006), Iveta Radicova (2010-2012) e Robert Fico (2006-2010 e 2012-2014).

Andando nei dettagli delle finalità, l’analisi dimostra che con la Radicova il denaro è stato speso soprattutto a favore delle aree colpite dalle inondazioni. Fico invece ha preferito le riparazioni alle locali case di cultura (kulturny dom) o ad uffici comunali, con una certa attenzione allo sport (stadi da calcio in particolare). Sempre Fico, dice il documento secondo Sme, ha aumentato la sua riserva di 1 milione di euro prima delle elezioni del 2010, e la spese tutta prima dell’appuntamento alle urne. Fu poi necessario aumentare di nuovo la riserva di milioni di euro per far fronte alle spese di riparazione di altre alluvioni – ma lo stesso successe anche nel periodo della Radicova (2010-2012). Fico, prima della fine del 2013 (dunque in un anno e mezzo di governo) aveva speso 7 milioni di euro, scrive Sme, ben più degli iniziali 1,5 milioni.

(Fonte Sme)

foto vlada.gov.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.