Corte Costituzionale, i ritardi nei processi sono un problema serio

I ritardi nei procedimenti giudiziari sono ancora tra i maggiori, se non il primo dei problemi della magistratura in Slovacchia, ha sottolineato la presidente della Corte Costituzionale Iveta Macejkova presentando un rapporto sull’anno 2013. In ben 212 delle 701 denunce presentate alla Corte per ritardi nei processi la Corte ha giudicato tali ritardi non giustificati – un numero in crescita rispetto ai 201 casi dell’anno precedente. Del totale dei 212 procedimenti che la Corte ha giudicato avere violato il diritto ad avere un processo senza ritardi, 165 erano di diritto civile, 22 di diritto commerciale, 14 casi erano di natura penale, 9 erano pignoramenti e un caso di diritto amministrativo. Con questi dati alla mano, la Macejkova ha sottolineato la volontà di continuare a spingere per aumentare l’efficienza dei giudici nei processi decisionali.

La Corte Costituzionale della Repubblica Slovacca, ente che ha sede a Kosice, ha emesso nel 2013 un totale di 17.933 verdetti su altrettanti reclami presentati da cittadini e soggetti giuridici.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.