Babis accusa l’Istituto della memoria di avere documenti falsi del suo passato da agente comunista

L’attuale Ministro delle Finanze della Repubblica Ceca, il milionario slovacco Andrej Babis, è apparso in tribunale il 30 gennaio per un procedimento giudiziario relativo alle accuse di aver agito in passato come agente per la polizia segreta comunista StB (Statna Bezpecnost / Sicurezza di Stato). Babis ha citato in giudizio l’Istituto della Memoria della Nazione (UPN) che possiede alcuni documenti dell’epoca nei quali appare il nome di Babis come agente. Secondo quanto ha scritto Sme il 31 gennaio, UPN ha presentato cinque nuovi documenti che nominano Babis (il cui nome in codice era Bures) quale membro di StB. A confutare la veridicità dei documenti era un ex agente che ha detto che sono stati creati da un suo collega di StB  senza che Babis ne fosse a conoscenza.

Il capo di UPN Ondrej Krajnak ha avvertito che molti hanno dubbi sulla credibilità dei documenti del periodo comunista, ma è una moda molto pericolosa. In ogni caso, l’istituto da lui guidato continua la sua attività di ricostruzione dei dossier StB.

Babis nega le accuse e ha detto ai giornalisti che è chiaro come la persona che ha scritto i documenti lo ha fatto a sua insaputa. Secondo lui si tratta di una manipolazione. «Io non ho mai firmato nulla, non ho fatto nulla», ha detto Babis. Piuttosto, alcuni della sua famiglia erano emigrati all’estero durante il comunismo, e StB lo ricattava. Per questo lo avrebbero inserito in qualche lista. La causa è stata rinviata al 14 aprile.

(Fonte Sme)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google