Olimpiadi di Sochi, più costose dell’ultima edizione a Vancouver per gli slovacchi

Le Olimpiadi invernali che si stanno per aprire a Sochi, in Russia, avranno per la Slovacchia un costo maggiore dei precedenti giochi di Vancouver del 2010, e questo nonostante la manifestazione olimpica si svolga nello stesso continente. Il quotidiano Hospodarske Noviny ne ha scritto in un articolo di venerdì 31 gennaio. Il costo globale per ogni atleta slovacco, si legge, era di circa 10.000 euro quattro anni fa, una somma che ora si stima sarà del 20% più alta, in particolare per i costi di alloggio, che, secondo l’analista economico Jozef Orgonas, «sono significativamente più elevati. Non dobbiamo dimenticare, poi, i costi nascosti della maggiore sicurezza» necessaria in una Olimpiade minacciata da possibili attacchi terroristici ceceni.

I costi di partecipazione del team olimpico slovacco ai giochi, incluso il trasporto degli atleti, l’alloggio, il vestiario, il cibo e la promozione sono pagati dallo Stato, con il Ministero dell’Istruzione, Scienza e ricerca e Sport che ha stanziato 623mila euro con i quali si coprirà la maggior parte del budget complessivo. Il Comitato Olimpico Slovacco, tuttavia, aveva chiesto fondi per 721mila euro. Il costo finale per la Slovacchia sarà noto soltanto a gare concluse, e aumenterà anche in base al numero di medaglie vinte dagli atleti slovacchi. Dopo Vanvouver, dove sono state vinte tre medaglie – rispettivamente un oro, un argento e un bronzo – lo Stato ha dato premi agli atleti per complessivi 117mila euro.

Il preventivo non comprende comunque il costo dei quattro anni di preparazione che sono stimabili in milioni di euro. Uno degli sport più costosi è il biathlon (sci di fondo accoppiato al tiro con la carabina), tra i cui problemi principali vi è il trasporto delle armi e munizioni al di fuori dell’Unione Europea, e la sicurezza correlata con la protezione degli arsenali in loco, operazioni particolarmente costose.

Altre istituzioni e sponsor contribuiscono alla copertura dei costi della delegazione slovacca a Sochi, come ad esempio il Ministero degli Esteri che paga il personale consolare sul posto che promuoverà la Slovacchia, fornendo nel contempo aiuto agli ospiti slovacchi. Inoltre, c’è “Casa Slovacchia”, un centro di accoglienza per la delegazione slovacca e sede di presentazione del Paese, che sarà sponsorizzata da un investitore privato, il produttore di carrozze ferroviarie Tatravagonka Poprad.

A Vancouver 2010 Anastasiya Kuzmina (Kuzminova per gli slovacchi), di nascita russa ma naturalizzata slovacca, vinse un oro per la gara sprint 7,5 km e un argento per l’inseguimento 10 km, entrambe nella stessa disciplina, il biathlon. L’altro slovacco medagliato, Pavol Hurajt, ha vinto il bronzo nella 15 km partenza in linea di sci nordico.

A Sochi andrà una delegazione composta da 62 atleti. Martin Bajcicak (sci di fondo e biathlon) e Anastasiya Kuzminova (biathlon) hanno prestato solenne giuramento il 30 gennaio scorso davanti al Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic a nome di tutta la squadra olimpica in una cerimonia presso il Castello di Bratislava a cui erano presenti anche diversi ministri e molti rappresentanti del Comitato olimpico nazionale. Il giuramento riguarda il rispetto della Carta Olimpica, e dei principi etici e norme che disciplinano le Olimpiadi invernali, incluso il rifiuto di doping e droghe, «in un vero spirito di sportività, per la gloria dello sport e l’onore e la perfetta rappresentazione della Repubblica Slovacca».

L’onore di essere il portabandiera della delegazione alla cerimonia di apertura sarà quest’anno di Zdeno Chara, il lungo (206 cm) 36enne hockeysta di fama mondiale che gioca negli Usa come capitano dei Boston Bruins. Al suo attivo un argento mondiale con la Slovacchia nel 2012 e una Stanley Cup con i Bruins nel 2011. È inoltre stato selezionato diverse volte per gli NHL All-Star Game, uno degli eventi più importanti della stagione della lega hockey statunitense.

(Fonte hnonline.sk)

Foto 1) Kevin Dooley@flickr 2) Gasparovic con la squadra slovacca 2014 (minedu.sk)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google