Fico: stiamo lavorando alla riforma del settore giudiziario

Il governo sta pianificando la separazione delle due posizioni ora detenute da Stefan Harabin, che è presidente della Corte Suprema e allo stesso tempo presidente del Consiglio giudiziario, e un nulla osta di sicurezza obbligatorio per tutti i giudici. Ci sono anche altre proposte alle quali il Ministero della Giustizia sta lavorando con l’obiettivo di migliorare la credibilità della magistratura in Slovacchia.

Il Primo ministro Robert Fico ha detto in una conferenza stampa dopo aver incontrato il Ministro della Giustizia Tomas Borec di avere la «grande ambizione di separare in magistratura i giudici coraggiosi dagli altri giudici». Lavorando alle modifiche, Fico ha detto che sono stati trovati diversi sospetti di connessioni tra il personale giudiziario e il settore delle imprese. Pare che a volte ci siano legami privilegiati tra i giudici e gli avvocati e le parti in causa in una controversia. Secondo Fico, l’Ufficio di Sicurezza Nazionale (NBU) dovrebbe essere in grado nel giro di un anno di preparare la documentazione per i controlli di sicurezza di quasi tutti i 1.400 giudici del Paese.

Considerando che il termine per la nomina del nuovo capo della Corte Suprema e del Consiglio giudiziario è il 22 giugno prossimo, l’ex Ministro della Giustizia Lucia Zitnanska (deputato indipendente ex SDKU) ritiene che le modifiche governative ben difficilmente saranno in vigore al momento della prossima elezione. Fra l’altro, ha detto, il ministero vorrebbe, prima di fare la stesura dell’emendamento, sentire gli esperti e l’opposizione, il che prenderà il suo tempo. Inoltre, alcune delle modifiche sono di natura costituzionale, e per farle passare è necessaria una maggioranza qualificata di 90 deputati in Parlamento – il che implica la necessitò di coinvolgere, oltre al partito Smer, anche almeno un partito di opposizione.

Un’associazione di giudici chiamata Per una magistratura aperta (ZOJ), le modifiche sono demotivanti per i giudici e non si tradurranno in una migliore efficienza dei tribunali, né in un aumento della loro credibilità. Un reale cambiamento potrebbe aversi solo quando i giudici iniziassero a rispettare realmente regole etiche, e quando tutte le accuse di clientelismo e nepotismo fossero debitamente indagate con giuste punizioni dei colpevoli, pensa l’associazione. È comunque positivo, prosegue, che si voglia dividere i due posti di capo della Corte Suprema e del Consiglio giudiziario fra due diversi funzionari.

L’intenzione di richiedere il nulla osta di sicurezza per tutti i giudici, dice ancora l’associazione, ricorda il periodo post Rivoluzione (del 1989), quando tutti i giudici avevano il nulla osta di sicurezza anche se avevano collaborato con i servizi segreti comunisti StB.

(Red, Fonti varie)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google