UniCredit: disoccupazione frenata dall’inverno mite e la continuità del lavoro stagionale

La disoccupazione in Slovacchia, calcolata secondo la metodologia nazionale dell’Ufficio centrale per il Lavoro, gli Affari sociali e la Famiglia (UPSVaR), era ancora alta nel mese di dicembre 2013 – rispetto a novembre – pur rimanendo invariata al 13,50%. Questo nonostante un previsto aumento del numero di disoccupati a causa della cessazione dei lavori stagionali, scrive il capo analista di UniCredit Bank Lubomir Korsnak nell’ultimo bollettino settimanale della banca, Weekly Notes. La notizia positiva è che a dicembre, e per la prima volta dal 2007, la disoccupazione non era in aumento. Il tasso di disoccupazione destagionalizzato (calcolato da UniCredit Bank) è in realtà anche sceso in dicembre, di 0,14 punti percentuali, al 13.48%. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente la disoccupazione è risultata inferiore di 0,56 punti percentuali. Il miglioramento delle cifre potrebbe anche essere stato positivamente influenzato dall’inverno mite, che ha prolungato la stagione ad esempio per le imprese di costruzione.

Un calo mensile della disoccupazione nel mese di dicembre (dopo l’aggiustamento stagionale fatto da UniCredit) si è verificato in tutte le regioni, e Nitra, Presov e Kosice sono quelle che hanno registrato la contrazione più significativa. A livello distrettuale, la disoccupazione (destagionalizzata) è scesa di più a dicembre a Medzilaborce, Poltar, Komarno, Sobrance, Gelnica, Snina e Nitra. Mentre è cresciuta rispetto al mese precedente solo in cinque distretti – Brezno, Senec, Levoca, Krupina e Piestany. Il tasso di disoccupazione più alto è ancora segnalato nei distretti nel sud della Slovacchia centrale – Rimavska Sobota (31,2%), Revuca (29,5%) e Poltar (25,6%) e Kezmarok (27,8%). I tassi minori di disoccupazione sono stati segnalati a Bratislava (5,8%) e, nella stessa area regionale, a Senec (6,3%), Trnava (6,7%), Galanta (6,8%), Malacky (7,2%) e Pezinok (7,8%).

Le previsioni per l’immediato futuro fanno stimare a UniCredit un aumento della disoccupazione al 13,7-13,8% a gennaio 2014, anche se in realtà il mese che si sta per chiudere è stato in gran parte caratterizzato da temperature sopra la media, e sempre a causa del lavoro stagionale la registrazione degli inoccupati presso gli uffici distrettuali del lavoro potrebbe rallentare. Nei prossimi mesi gli analisti della banca prevedono un leggero calo del tasso globale di disoccupazione.

(Red)

Grafico: Fonte UniCredit Bank 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.