Via al progetto Metropolis a Bratislava, il governo lo definisce progetto strategico

Grazie al fatto che mira a costruire un complesso che ha l’ambizione di divenire una destinazione turistica di rilievo, aumentando il numero di visitatori di Bratislava, il progetto Metropolis, da costruirsi nella zona sud-orientale della capitale, ha ricevuto dal governo lo status di “investimento strategico” ottenendo dunque il via libera. La ‘promozione’ a progetto strategico si legge nella motivazione ufficiale del Ministero dei Trasporti, Edilizia e Sviluppo regionale, che indica come la prima fase della costruzione sarà compiuta tra gli anni 2014-2018, e comporterà un investimento di 223 milioni di euro. Secondo la documentazione, l’attività del complesso dovrebbe far incamerare allo Stato circa 10 milioni di euro all’anno in tasse.

Metropolis è un complesso multifunzionale che include un centro congressi e un palazzetto polivalente nella periferia di Bratislava, in località Jarovce dove si snodano le autostrade per Vienna e Budapest. L’investitore cipriota TriGranit stima di dare lavoro durante la costruzione ad almeno 330 persone. Metropolis, che nell’idea iniziale prevedeva anche un albergo di lusso, ristoranti, entro commerciale, discoteca, golf, wellness e un parco acquatico, e un enorme casinò, oltre ad un’ampia zona residenziale, era stato pensato per un investimento globale di ben 1,5 miliardi di euro. TriGranit riteneva che il mega-progetto avrebbe potuto creare 5.000 posti di lavoro permanenti con 600 milioni di entrate fiscali annuali per la Slovacchia.

Nel 2009-2010 il progetto fu fortemente contrastato da gruppi di opinione pubblica, che presentarono una petizione popolare con 125 mila firme, e che ottenne anche l’appoggio della maggioranza del Parlamento (allora guidato dal centro-destra). I timori erano in particolare concentrati sul fatto che il complesso (in altre parole, il casinò) avrebbe attirato la malavita, anche straniera, nei pressi di Bratislava. Tutto questo avrebbe fatto slittare i tempi per le autorizzazioni alla costruzione del complesso. Il progetto passato dal governo di Robert Fico la scorsa settimana è una variante di quello iniziale, che escluderebbe a priori la casa da gioco, ma gli organizzatori della petizione temono ancora che l’ipotesi non sia stata del tutto scartata.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.