La polizia accusa l’ex capo della Direzione Fiscale

La polizia slovacca ha messo sotto accusa l’ex direttore generale della Direzione Fiscale della Repubblica Slovacca, Miroslav Mikulcik, per lo scandalo relativo al trasferimento degli uffici fiscali di Kosice in un nuovo edificio in affitto. Secondo gli addebiti, Mikulcik avrebbe violato la legge firmando nel 2011 un contratto del valore di 483 mila euro con la società VSH Development, proprietaria dell’edificio, anche se non aveva il diritto. L’affitto degli uffici è stato addebitato all’organizzazione anche se in seguito lo stesso Mikulcik ha rescisso il contratto e accolto un’altra offerta, proveniente dalla società Nitra Invest dell’allora membro del partito SDKU-DS Ondrej Scurka, per un ammontare globale di 6,6 milioni di euro. Mikulcik, così come il Ministro delle Finanze Ivan Miklos che lo nominò, facevano riferimento allo stesso partito, ed era noto che fossero amici.

Il caso scoppiò nell’aprile 2011, quando fu portato all’attenzione dei media da Robert Fico (Smer-SD), allora all’opposizione, e portò a un braccio di ferro all’interno di SDKU tra la Premier Radicova e il ministro Miklos, e i suoi partner di coalizione nel governo. Per calmare le acque, Mikulcik si dimise dal suo incarico lo stesso mese. Secondo quanto disse al tempo, la somma in oggetto (i 483mila euro) non erano un risarcimento a VSH per la rescissione del contratto, ma piuttosto il pagamento di alcuni lavori di rifacimento ordinati dalla Direzione Fiscale nel periodo precedente al suo arrivo, quando era guidata da un candidato Smer.

Se condannato, Mikulcik rischia 10-15 anni di carcere.

(Red, Fonte Sita)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google