Il rapinatore della gioielleria di Bratislava in custodia. Non si sa perché ha sparato

La polizia ha denunciato il presunto rapinatore della gioielleria di via Obchodna, a Bratislava, che il 14 gennaio è finita male e ha provocato la morte del proprietario del negozio, un 66enne, e il ferimento della moglie, di 63 anni, al braccio e a un gluteo. Lo stesso rapinatore, un residente 52enne della città di Nové Mesto nad Váhom identificato con il solo nome di battesimo, Ján, si sarebbe poi nella confusione sparato per errore alla tibia, e, bloccato dalla polizia pochi minuti dopo, è poi finito in custodia in ospedale.

L’uomo, secondo la ricostruzione degli inquirenti, ha preso d’assalto la gioielleria intorno alle 17:00, armato di una mitraglietta Scorpion, e ha chiesto gioielli e contanti. Per motivi al momento ancora sconosciuti, l’imputato ha poi aperto il fuoco contro l’uomo e la donna. Entrambe le vittime erano di origine armena. Il rapinatore-killer rischia fino a 15 anni di carcere.

Obchodna è una delle maggiori strade commerciali del centro storico della capitale, ed è frequentata da una gran quantità di persone per via dello shopping, dei numerosi punti di ristorazione (caffè, ristoranti, fast-food) presenti e delle fermate di diverse linee di tram. In seguito alla rapina il traffico è stato chiuso per oltre un’ora creando problemi e ritardi alla rete tranviaria cittadina.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.