Premio letterario per il diario di viaggio dei triestini passati in Slovacchia nel 2012

È con piacevole sorpresa che apprendiamo della vittoria di un premio letterario per il volume che racconta le avventure del gruppo di triestini che nell’agosto 2012 incontrammo di passaggio a Bratislava in un loro tour ciclistico nella Mitteleuropa (vedi: “Sette bici in viaggio lento; una “rumizada” da Trieste a Cracovia in dieci giorni”). Nato dal viaggio che ha attraversato anche la Slovacchia occidentale, il libro “Polska… rivemo!” del “capo banda” Diego Manna, con le illustrazioni del compagno di itinerario Michele Zazzara, è interamente scritto in un divertente dialetto triestino, in buona parte comprensibile anche ai non indigeni. Il libro sarà insignito del secondo posto nella sezione “Prosa edita” al Premio Letterario Nazionale “Salva la tua lingua locale”, dedicato per l’appunto ai dialetti, la cui cerimonia si terrà in Campidoglio a Roma il 17 gennaio.

Vignetta di Michele Zazzara (fonte bora.la)

In Polska… rivemo! (uscito nel 2013) Diego Manna racconta con straordinario brio la “rumizada” (neologismo creato in onore del giornalista triestino Paolo Rumiz, autore di mitici itinerari italo-europei fatti su vari mezzi – in bicicletta, a piedi, in auto, in treno, in barca – e pubblicati in tempo reale a puntate su Repubblica) dei sette ragazzi, intervallata dai dialoghi – le “maldobrie” (racconti umoristici – vedi) – di due anziani d’Osmizza (località del Carso italo-sloveno) con aspetti spesso surreali e pieni di verve. Le due diverse situazioni hanno anche dato spazio a due dialetti diversi, uno più giovane per il viaggio e uno più tradizionale per le storie dei “veci”. A illustrare il tutto i disegni di Michele Zazzara.

Con lo spirito “l’importante è partire, non arrivare”, e toccando quattro paesi – Slovenia, Ungheria, Slovacchia e Polonia – il gruppo ha attraversato la Slovacchia sull’asse sud-nord Bratislava-Trencin-Zilina. Noi abbiamo pubblicato le avventure in 12 puntate, uscite come diario di viaggio sul sito triestino bora.la, con il titolo “Viaggiare lenti: diario in bici Trieste-Cracovia”. A questo link tutta la serie. A queste avventure, rielaborate per la stampa, per la confezione del libro sono poi stati aggiunti gli intermezzi delle “maldobrie”.

Nella foto: il passaggio a Bratislava nel 2012: primo a sinistra Diego Manna, primo a destra Michele Zazzara (foto Buongiorno Slovacchia)

Manna non è certo nuovo alla scrittura: oltre a tenere blog e scrivere articoli, è sua una trilogia dal titolo “Monon Behaviour”, dove esperimenta un divertente anglo-triestino nella composizione di manuali di comportamento politicamente scorretti, e il resoconto di una precedente “rumizada” (Trieste-Budapest), stampato con il titolo “Zinque bici, do veci e una galina con do teste“, dove per “galina” si intende la povera aquila imperiale austro-ungarica. Nell’estate 2013 l’ultima avventura, la Trieste-Kotor, che ha portato Diego & Co. giù lungo i Balcani, fino al mitico Cattaro, in Montenegro. Lo spirito di questi viaggi, di cui lui è il motore, è tutto raccolto in una frase che Diego ci disse lo scorso anno: «Ogni volta che te ciol la bici e che te tachi a pedalar sentindote libero, eco, in quel momento te sta fazendo una rumizada». Quanto alla direzione dei viaggi, l’Est, Diego ne spiega la ragione così: «I viagi verso est xe sempre i più afascinanti, in pochi chilometri le robe cambia tantissimo, te entri quasi in un’altra dimension, se va in direzion dela nascita del sol, del’origine dela luce, del’alba del mondo, dela nostra ancestralità, le ombre sta a sinistra, che rapresenta la fantasia, in contrasto col rigor e la fossilizazion del’ocidente in decadenza. Sì! Giusto! Daghe! Secondariamente, la bira costa de meno».

(Pierluigi Solieri)

4 comments to Premio letterario per il diario di viaggio dei triestini passati in Slovacchia nel 2012

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google