Bocelli in concerto a Bratislava a fine anno: incontro col tenore slovacco Maros Bango

Fine d’anno con il botto per la scena musicale di Bratislava. Domenica 29 dicembre, presso la Slovnaft Arena, si è esibito Andrea Bocelli in un lungo e intenso concerto. Accompagnato da una ricca orchestra di 70 elementi dell’Orchestra sinfonica nazionale e da un coro di 60 elementi diretti dal maestro Marcello Rota, Bocelli ha in gran parte ripercorso la sua carriera con le arie d’opera (soprattutto italiana, con diversi omaggi all’Anno Verdiano) o i pezzi di bel canto più noti, come da aspettative del pubblico. L’orchestra ha anche omaggiato Federico Fellini, del quale ricorrevano nel 2013 i 20 anni dalla morte, con una suite di pezzi di Nino Rota.

Di quella pira

Bocelli ha poi duettato con tre note interpreti femminili slovacche. Oltre alla soprano Adriana Kucerova, splendida come sempre con la sua voce limpida e vibrante, sono salite sul palco due interpreti pop: Nela Pociskova, che ha cantato con lui in italiano “Canto della Terra”, e Jana Kirschner, con la quale ha invece interpretato il classico Quizas, Quizas, Quizas del cubano Osvaldo Farres. Chiusura, ovviamente, con il suo pezzo forte, Con te partirò.

Libiam ne’ lieti calici (Traviata), con Adriana Kucerova

Canto della Terra, con Nela Pociskova

Quizas, Quizas, Quizas, con Jana Kirschner

Prima dello spettacolo, l’Ambasciata d’Italia con l’Istituto Italiano di Cultura hanno organizzato un breve incontro tra Bocelli e il suo “omologo” slovacco (naturalmente con le dovute semplificazioni…) Marian (Maros) Bango, tenore non vedente 41enne, accompagnato dalla moglie anche lei cieca. Bango, estremamente emozionato, ha detto in un fiato a Bocelli quanto lo ammirasse, e gli ha elencato i pezzi del suo repertorio che lui stesso interpreta nei suoi concerti (Vivo per lei, Con te partirò), oltre a tutti i classici della lirica e pure della canzone leggera italiana (vedi sotto Mamma son tanto felice). Bango, che è stato invitato con la signora al concerto, e che ispira una simpatia immediata e sincera con il suo notevole buon umore, ha anche azzardato a confessare il suo sogno di potere, un giorno, duettare sul palco con Bocelli. All’incontro era presente l’Ambasciatore Roberto Martini, affiancato dal suo numero due Roberto Rizzo e dal direttore dell’Istituto di Cultura Antonia Grande.

Mamma son tanto felice, di Marian Bango (da Ceskoslovensko ma Talent 2011)

(P.S.)

Foto: 1 Denis Bosnic,  2 Buongiorno Slovacchia, 3-4 Antonia Grande

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google