News del 6 Aprile 2010

Speciale Elezioni Politiche 2010

Esce oggi il Manifesto dello Smer-Sd

In occasione di una conferenza del partito che si tiene oggi a Bratislava, alla presenza del Primo Ministro e leader dello stesso Robert Fico e di tutte le altre, più importanti, personalità e candidati, lo Smer-Sd presenterà il proprio, nuovo, Manifesto elettorale per il quadriennio 2010-2014. Secondo quanto anticipato dallo stesso Premier tra le novità più degne di nota le progettate ed importanti riforme afferenti il sistema giudiziario, anche in Slovacchia tema molto “caldo” oltre che di grande attualità. Altri partiti e movimenti, tra i quali lo Smk ed  i Cristiano Democratici dello Kdh hanno a breve in agenda analoga presentazione. Sdku-Ds e Ls-Hzds hanno invece già definito le loro linee programmatiche mentre sembra che lo Sns presenterà il proprio programma “last minute”.

(Fonte Tasr)

Economia

Non impossibile ma neanche facile mantenere il deficit dello Stato entro il 5,5 percento

Cauti, molto. Così si sono espressi alcuni tra i maggiori analisti in Slovacchia circa la possibilità di mantenere, nel corrente 2010, l’attuale impegno verso Bruxelles per riportare il deficit dello Stato ad un 5,5 percento. In termini assoluti, secondo i dati rilasciati la scorsa settimana dal Ministero delle Finanze, il deficit dello Stato ha chiuso il primo trimestre 2010 a 983 milioni di Euro, contro i 780 di Febbraio. Attualmente, quindi, il deficit ammonta al 26,3 percento del plafond disponibile per l’intero anno. Tra le principali cause che potranno „insidiare“ il mantenimento dell’obbiettivo, il rallentamento del gettito fiscale (dato dall’andamento del Pil) e la velocità e la capacità di drenare risorse Ue.

(Fonte Tasr)

Sempre di più il grezzo Kazako

E‘ stato di 3,1 milioni di tonnellate, lo scorso anno, il consumo di petrolio grezzo di provenienza Kazaka; e nell’odierno 2010 tale quantitativo salirà a 5 milioni. E‘ stato Lubomir Jahnatek, Ministro dell’Economia, ha fornire il dato alla Tasr, specificando che è sempre l’acquirente –la Spp nel caso della Slovacchia- ha decidere il Paese fornitore; e non la società proprietaria dell’oleodotto. Anche se, questa, dà sicuramente delle indicazioni. Fin dallo scorso 2007 la Slovacchia ha siglato un accordo pluriennale con il Kazhakistan, che sembra dare ottimi risultati. E‘ anche allo studio un altro progetto, che prevederebbe in territorio Slovacco la possibilità di trasformare il grezzo, anche se molte sono le difficoltà per l’impatto ambientale di un’opera di questo tipo.

(Fonte Tasr)

Istituzioni

Incontro a Bratislava Gasparovic-Medvedev

Sarà una giornata sicuramente molto „calda“ oggi, se non meteorologicamente almeno come presenza di forze dell’ordine nella capitale Bratislava. L’arrivo del Presidente della Federazione Russa Dmitry Medveded, in un momento tra l’altro di grandi tensioni ed attentati nel Caucaso, crea un „bollino rosso“ per i servizi di sicurezza e tutte le forze dell’ordine. La due giorni del Presidente Russo avrà tra i momenti più significativi la ratifica di un documento comune, 65 anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale in Europa ed il progressivo istaurarsi di amichevoli e libere relazioni tra i due Stati. Verranno anche firmati otto importanti trattati intergovernativi e commerciali; tra i quali uno dei più significativi ha ad oggetto la cooperazione contro il traffico internazionale di stupefacenti. L’importanza della visita da parte Russa è anche contraddistinta dalla presenza, oltre a Medvedev, dei Ministri degli Esteri Sergei Lavrov, della Giustizia Alexander Konovalov, delle Fonti Energetiche Sergei Smatko e di altre cariche isturtuzionali oltre che delle più importanti società commerciali. Oltre che il Presidente Gasparovic, sono previsti incontri con il Primo Ministro Robert Fico e con il Presidente del Parlamento Slovacco Pavol Paska. Tra gli altri temi si parlerà di cooperazione, di Ue e di Nato, di sicurezza, fonti di energia, trasporti e co-operazione militare. Al termine della visita a Bratislava, il Presidente Russo si recherà a Praga per firmare un nuovo trattato sulla riduzione degli armamenti nucleari, con il Presidente Usa Barack Obama. Questo importante trattato, che verrà universalmente ricordato come „il Trattato di Praga“ ha visto la scelta della capitale della Cechia per due decisivi fattori. Il ritiro, per volontà di Obama del progetto di Bush dello „scudo spaziale“ che avrebbe dovuto avvenire in Cechia ed in Polonia ed il fatto che proprio a Praga, per la prima volta, il Presidente Americano espresse l’augurio di poter vedere un mondo senza armi nuclerai.

(Fonte Tasr)

Prossimo un accordo di cooperazione tra Bratislava e Vienna

E‘ stato votato positivamente, da parte del consiglio comunale di Bratislava, l’incarico al sindaco Andrej Durkovsky di firmare un accordo di co-operazione con la capitale Austriaca, Vienna. L’accordo, che verrà siglato il prossimo 19 Aprile, in occasione di una conferenza internazionale sulla strategia per lo sviluppo del Danubio, avrà principalmente ad oggetto i campi delle infrastrutture e dei trasporti; dell’organizzazione del territorio; del commercio;  della protezione contro le calamità naturali. Ma si darà attenzione anche a temi altrettanto importanti quali quelli della ricerca, cultura, istruzione, marketing e turismo, e, per finire, la possibilità di trasmettere a Bruxelles progetti trasnazionali per ricevere contributi Ue.

(Fonte Tasr)

La Ue lancia un censimento europeo

Per la prima volta in Europa, ed in Slovacchia si tratterà di rispondere ai quesiti obbligatori nel Maggio 2011, la Ue lancia un censimento sulla popolazione e sulle proprietà immobiliari con metodo identico  e stesso anno  di effettuazione. La storica novità, ufficializzata dall’Ufficio Centrale di Statistica, renderà necessario, in Slovacchia, la variazione di alcuni accorgimenti nella redazione dei questionari. Molto probabilmente si potrà rispondere anche via internet. I dati così raccolti verranno trattati con metodologia omogenea. L’Ufficio sta già lavorando per predisporre un idoneo nuovo sito web.

(Fonte Tasr)

Imprese

Incertezza tra i fornitori della Sony che temono di perdere le commesse

Sarà una settimana importante, e di molti ed intensi colloqui tra la Sony, il nuovo acquirente del novantapercento delle quote della controllata Sony Slovakia –la Hon Hai Industrie di precisione- ed i rappresentanti del Ministero dell’Economia e della Sario per capire quali saranno le ricadute dell’accordo di cessione della proprietà dell’azienda operante in Nitra. Più precisamente, se da una parte il Governo vuole comprendere gli effetti del nuovo piano industriale sugli aiuti di Stato già concessi; dall’altra vuole anche capire se l’aumento di produzione e di occupazione ipotizzati andranno ad avere un effetto positivo o negativo sui sub-fornitori attuali, tra i quali vige un clima di estrema incertezza. Dia Moulding Slovakia, Daidong Slovakia, Ryoka, Farguell e Meiki, tutte operanti all’interno del locale parco industriale, temono infatti che il nuovo acquirente si rivolga a nuovi fornitori di fiducia, interrompendo consolidati rapporti commerciali esistenti ed importanti impegni occupazionali e di investimento.

(Fonte Tasr, Fonte Redazione)

Cronaca interna

Il successo dei centri commerciali deciso anche dai bambini?

Abbiamo effettuato, nei giorni scorsi, un giro nei principali centri commerciali di Bratislava ed in alcune tra le più importanti e vaste aziende del cash and carry verificando una sempre più elevata attenzione alle necessità dei più piccoli. Ci riferiamo agli angoli giochi, dove, in assoluta tranquillità, i genitori possono affidare i propri figli ad esperte e solerti ragazze che sovraintendono alle loro attività, permettendo così  lo shopping ai più “grandi”. Oltre a quanto detto, Ikea, nel trascorso ponte di Pasqua, ha ripetuto una iniziativa di grande successo: i bambini ricevono vasi colori e pennelli per dipingere e materiale tipo “plastilina” per modellare. La loro creatività viene poi premiata con “denaro” -losik- (renne)  e, contro la presentazione di diverse somme vengono dati degli oggetti rivolti al pubblico più giovane. Questo se opportunamente appoggiato dai genitori crea nei bambini l’attenzione al senso del denaro ed alla evidente necessità di lavorare per procurarselo. Ma, parallelamente, è importante anche l’effetto persuasivo che tali iniziative creano, spingendo i bambini a chiedere ai genitori di trascorrere alcune ore in questi luoghi, ed incentivando così essi stessi la propensione agli acquisti. Per gli amanti di Ikea la prossima giornata con attività artistiche è prevista per il 22 Aprile –la giornata della Terra.

(Ettore Bellucci)

Nuovi particolari sull’incidente ferroviario di Spisska Nova Ves

Sono noti maggiori dettagli dell’incidente ferroviario dello scorso Giovedi, verso le 12,00 –accaduto nella stazione di Spisska Nova Ves (Regione di Kosice). Per cause peraltro ancora poco chiare un treno passeggeri, fermo nella stazione,  è stato violentemente “tamponato” da un locomotore elettrico. L’incidente ha provocato 3 morti –tutti all’interno del locomotore-, un ferito grave (il quarto occupante) ed almeno dieci feriti. Una carrozza passeggeri è deragliata a seguito dell’urto. Dei dieci feriti, quattro sono stati rapidamenti portati nel locale ospedale di Spisska Nova Ves. Successivamente, i pazienti che hanno riportato le conseguenze più gravi sono stati trasferiti nelle strutture più attrezzate di Levoca (Regione di Presov) e Krompachy (Regione di Kosice). Il motivo della presenza di quattro operatori all’interno del locomotore è derivato dalla formazione che un istruttore stava effettuando su di un giovane ingegnere. Ed è proprio il giovane ingegnere, 24-enne, l’unico dei quattro a non avere perso la vita, seppure le sue condizioni sono molto serie, tanto da provocare uno stato di coma controllato da parte dei sanitari, che lo hanno poi sottoposto ad una lunga operazione per la riduzione di molteplici fratture agli arti superiori ed inferiori. Secondo l’ispettrice della polizia ferroviaria Lubica Zonova le cause della sciagura sono ancora sotto accertamento. Tuttavia, da fonti non ufficiali è trapelato che il locomotore, durante alcuni  test, è stato fatto entrare in stazione allorquando il dispositivo frenante non ha funzionato, creando all’opposto un aumento di velocità. Il locomotore è andato fuori controllo, interrompendo la propria corsa sul treno fermo.

(Fonte Tasr)

La Slovacchia continua a promuoversi nei maggiori mercati turistici

Continua la fase di marketing della Slovacchia come nuova, importante, meta turistica sui più importanti mercati mondiali. La nuova „verve“ del turismo Slovacco, resa sicuramente più forte e coesa dallo spostamento delle competenze dall’Economia al Turismo continua nei prossimi 12-17 Aprile in India, all’interno di una promozione comune con gli altri Paesi del V4. La Sacr, Agenzia del Turismo Slovacco rappresenterà il Paese insieme al T.O. Via Carpathia. Il mercato Indiano appare infatti come uno dei mercati più promettenti, sia per capacità di sviluppo sia per l’interesse esercitato dagli operatori turistici locali per pacchetti integrati che diano la possibilità di toccare in pochi giorni le principali destinazioni dell’area Cee sia per l’analoga attenzione verso offerte mirate alla visita di un unico Paese. L’altra meta emergente che verrà toccata a breve dalla Sacr sarà il Brasile. Per questo Paese, però, sono ancora in corso le verifiche con gli altri partners del V4 per stabilire le date più idonee per la trasferta, che sarà, sicuramente, indirizzata alla città di San Paolo.

(Fonte Tasr)

E’un boom continuo l’ascesa degli acquisti on-line

Secondo l’istituto specializzato Francese Barometer la Slovacchia è uno dei Paesi Ue in cui è maggiormente popolare lo shopping on-line. Il dato fa riferimento ad un sondaggio effettuato nello scorso mese di Dicembre 2009. Il sondaggio, condotto in ben 12 diversi Paesi Ue, ha evidenziato come il 55 percento degli Slovacchi siano attulamente utilizzatori di internet; dato che ben si posiziona rispetto al 50 percento dell’Italia, al 52 della Polonia, al 49 percento della Cechia, al 42 percento del Portogallo. Ma ancora più significativo è il dato che, tra gli internauti, l’ottantapercento degli Slovacchi è disponibile ad acquistare qualunque tipologia di prodotto on-line (dall’abbigliamento agli elettrodomestici, all’arredamento) contro una media europea intorno al 50 percento. In continua ascesa, nel frattempo, il fatturato dei portali Slovacchi per lo shopping on-line: cetelem.sk, hej.sk, hop.sk, mall.sk, martinus.sk, obchodny-dom.sk e pelikan.sk,che hanno visto, mediamente, un aumento del loro giro d’affari nello scorso 2009 del 29,2 percento.  Secondo i dati raccolti dalla organizzazione di categoria Saec, gli ordini sono stati lo scorso anno ben 402.397 per un controvalore totale pari a 65,39 milioni di Euro. Tra le principali motivazioni della scelta di questo canale distributivo vi è indubbiamente la percezione del risparmio.

(Fonte Tasr)

Cronaca politica

Sas vuole presentare un pacchetto di referendum

Il prossimo 9 Giugno, alla vigilia delle elezioni politiche generali,  Sas ha ufficializzato di presentare una serie di proposte referendarie al Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic. La scelta  ha sicuramente un fine anche politico –quello, ovvio, di creare interesse e spazio al movimento stesso- che dopo un periodo di „gran spolvero“ sembra avere accusato, recentemente, una significativa perdita di consensi nei sondaggi di voto.  I referendum saranno anche l’oggetto di un road-tour che condurrà gli esponenti più in vista del movimento a contatto degli elettori, per più di quaranta giorni. L’oggetto dei referendum, molto composito, va dall’abolizione delle licenze per l’ottenimento di frequenze radiotelevisive alla restrizione dell’istituto dell’indennità parlamentare; dalla diminuzione del numero dei membri del parlamento dagli attuali 150 a 100; da misure di „contenimento“ sull’acquisto di auto blu alla possibilità di voto via internet. Infine, è anche prevista una sostanziale „riduzione“ delle norme contenute nel Press Act che danno diritto di replica ma non di controreplica ai „danneggiati“ o presunti tali dagli organi di informazione autorizzati. Per essere validi i referendum dovranno ricevere la maggioranza dei consensi ed ottenere la partecipazione al voto di almeno il 50 percento più uno degli aventi diritto.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google