News del 19 Aprile 2010

Crisi da Vulcano

Il Punto.

Dedichiamo oggi gran parte del nostro quotidiano all’argomento di maggiore attualità, il blocco quasi totale dell’attività di volo almeno in Europa. Mentre le stesse compagnie, già provate da un biennio molto difficile e caratterizzato da altre „nubi“ finanziarie altrettanto inquietanti stanno già effettuando -vedi Lufthansa e Klm- test di volo indipendenti per verificare la „reale“ pericolosità della presenza di ceneri nell’atsmosfera.

(Ettore Bellucci)

RyanAir non vola almeno sino alle 13,00 di Mercoledi

Il vettore Irlandese low-cost RyanAir, il più importante operatore per numero di tratte gestite e passeggeri trasportati da e per l’aeroporto di Bratislava ha da poco annunciato in un proprio comunicato di avere „esteso“ il blocco dei  voli sino –almeno- alle ore 13,00 del prossimo Mercoledi 21 Aprile. La decisione è stata motivata dalla continua fase eruttiva del vulcano Islandese, e dalla previsione dell’andamento dei venti che stanno spingendo le ceneri in molti Paesi dell’Europa non solo Nord-occidentale, costringendo le autorità nazionali preposte alla sicurezza del traffico aereo alla chiusura a titolo precauzionale di molti spazi aerei. RyanAir invita tutti i passeggeri a fare riferimento al proprio sito web: www.ryanair.com per ogni ulteriore aggiornamento. Michael O’Leary, Ceo della compagnia Irlandese- ha dichiarato che tutti i viaggiatori oggetto delle cancellazioni sono stati comunque contattati via posta elettronica per ridurre al minimo i disagi e per dare loro modo di prenotarsi su altro, successivo volo o di chiedere il rimborso integrale di quanto pagato.

(Fonte RyanAir)

Anche la  Slovacchia ha dovuto chiudere il proprio spazio aereo

Nonostante su Bratislava non si avverta alcuna presenza „visibile“ delle tanto paventate polveri laviche, anche la Slovacchia, alle ore 13,00 dello scorso Venerdi, ha dovuto chiudere il proprio spazio aereo e quindi ogni attività di volo è interrotta, in attesa di meglio comprendere l’evoluzione della situazione meteorologica. Nessuna ulteriore informazione è stata rilasciata dal portavoce ufficiale del Ministero dei Trasporti, Stanislav Jurikovic. Finora sono stati 87, durante il fine settimana, i voli cancellati e circa 12.500 i passeggeri coinvolti in tale disservizio. Dana Madunicka, portavoce dell’aeroporto di Bratislava, ha comunque comunicato che, anche se l’attività di volo è sospesa, i terminal rimangono aperti.

(Fonte Tasr, Fonte aeroporto Bratislava)

L’aeroporto di Bratislava è chiuso al traffico aereo

Riceviamo dall’aeroporto di Bratislava il comunicato stampa circa la chiusura dello stesso, sia con riferimento a voli internazionali verso i Paesi dell’Europa nord-occidentale maggiormente colpiti dall’attività eruttiva del vulcano islandese sia con riferimento al traffico nazionale. Il comunicato chiude invitando i viaggiatori a fare riferimento ai siti dei vettori aerei sui quali si è prenotato il proprio volo, per avere maggiori informazioni circa l’operatività degli stessi e circa le condizioni contrattuali per il recupero delle somme versate.

(Aeroporto di Bratislava)

…Ma Vienna è invece aperto

“Singolare” la riapertura, questa mattina alle 05,00 dell’aeroporto di Vienna, il quale, seppure con disagi, appare come l’unico hub internazionale operativo in queste ore. Risultano atterrati sia voli nazionali che internazionali, provenienti perlopiù dall’Europa Orientale e dai Paesi del Sud. Ma vengono dati in arrivo anche i voli della mattina da Roma, mentre sono stati cancellati quelli da Milano. Anche qui, comunque, massima “prudenza” ed è assolutamente necessario verificare con la compagnia di viaggio l’effettiva regolarità del volo. Chiuso invece e bloccata tutta l’attività nell’aeroporto di Budapest.

(La Redazione)

Riaprono Poprad e Kosice

Con un provvedimento di pochi minuti fa, la Slovacchia ha riaperto il proprio spazio aereo limitatamente però alla parte Est del Paese, consentendo –ma solo a ben precisati livelli di volo- la ripresa del traffico e l’operatività degli aeroporti di Poprad e Kosice. Rimane invece chiuso Bratislava, come anche Zilina. La notizia è stata data dal portavoce del Ministero dei Trasporti Stanislav Jurikovic, il quale ha aggiunto che la situazione “è attentamente monitorata dal Servizio Idro-Meteorologico Slovacco”, dall’Agenzia  dell’Aviazione Slovacca e dai Servizi operativi di Volo.

(Fonte Tasr)

Potenziate in Slovacchia le corse internazionali via bus

Secondo quanto scritto oggi dal quotidiano Sme e riportato dall’agenzia stampa Tasr, i responsabili delle compagnie Slovacche che effettuano collegamenti internazionali via strada stanno potenziando al massimo il numero delle corse, per offrire ai loro viaggiatori ipotesi alternative di rientro in patria. Nonostante questo, aumentano le richieste, a cui non è facile tenere testa. Inghilterra, Irlanda, Francia e Belgio ma anche Italia e Germania le tratte più richieste. Eva Vozarova, portavoce di Slovak Lines ha dichiarato che la compagnia ha aggiunto quattro collegamenti da Bratislava per Brussels e Londra Sabato scorso, ed altri due per Londra Domenica. Mentre oggi ci saranno almeno cinque autobus che collegheranno Londra con Bratislava. Altri operatori internazionali a cui si può fare riferimento per verificare la possibilità di utilizzare questo mezzo sono: la Student Agency, la Eurobus, la Orange e la Pelikan. (Fonte Tasr, Redazione)

Cronaca interna

Diminuiranno –sembra- le bollette della luce

Secondo il quotidiano Hospodarske Noviny di questa mattina le famiglie Slovacche potranno pagare meno cara la bolletta della luce sin dal prossimo Maggio 2010, beneficiando di un mercato più competitivo, e con un numero maggiore di operatori. Cesserà inoltre  la possibilità riservata ad esempio alla Zapadoslovenska Energetika di addebitare per la sola lettura dai 10 ai 32 Euro una-tantum ai nuovi fornitori. Questo, almeno, secondo quanto dovrebbe essere presto deliberato dalla Urso – Agenzia per il controllo dei distributori di energia elettrica-. Proprio queste difficoltà burocratiche e l’imposizione di costi amministrativi sono stati, sinora, all’origine di una mancata totale liberalizzazione del mercato, almeno nei confronti della fascia „famiglie“, quella che offre minore margine di profitto ai distributori.

(Fonte Tasr)

Al mercato del lavoro occorrono artigiani, non solo colletti bianchi

Un articolo della Pravda sottolinea oggi che, anche in Slovacchia, cominciano a mancare sul mercato del lavoro giovani figure professionali come artigiani; tra i quali panettieri, imbianchini e decoratori. Anche molti tra i giovani che hanno ricevuto adeguata formazione dalle imprese per operare in attività caratterizzate da turni notturni o festivi spesso lasciano le loro aziende, maggiormente attratti da attività impiegatizie. Per evitare che, nel futuro, tale fenomeno possa aggravarsi, le Regioni autonome Slovacche a cui è delegata la gestione delle scuole primarie e  secondarie stanno valutando di diminuire il numero delle classi che preparano i giovani ai percorsi universitari, potenziando invece le scuole tecniche.

(Fonte Tasr)

Imprese

I grandi dell’automotive affrontano il 2010 con spirito diverso

Migliorano le performances dei grandi attori dell’industria automobilistica che hanno rivisto al rialzo la produzione del primo trimestre 2010, aumentata del 40 percento su base annua ad un livello di 136,000 autoveicoli.  Tuttavia: Kia, Volkswagen e Psa Peugeout-Citroen hanno orizzonti diffenziati per il futuro del corrente anno. La Kia si dichiara fiduciosa di produrre da 50.000 a 200.000 autoveicoli in più di quanto non abbia fatto lo scorso anno; mentre il gruppo Francese ha previsto una diminuzione degli ordini e programmato di conseguenza la interruzione della produzione per alcuni giorni. Con una attuale stima di produzione poco al di sotto dei 200.000 autoveicoli, contro i 205.000 dell’anno scorso. La Volkswagen, per ultima, vede il 2010 come un anno „cruciale“ in attesa di verificare la rispondenza dei mercati internazionali alla nuova sfida lanciata con il nuovo Suv Touareg Ibrido ed in attesa di lanciare la produzione della nuova „small family car“.

(Fonte Tasr)

Istituzioni

Gasparovic e Fico in auto al funerale di Kaczynski

Il Presidente della Repubblica Slovacca Ivan Gasparovic ed il Primo Ministro Robert Fico hanno, con due autovetture, raggiunto Cracovia per partecipare ai funerali di Stato che si sono tenuti ieri, Domenica, alle ore 13,00 nella locale cattedrale. Come ormai tristemente noto, il Presidente Polacco Lech Kaczynski, sua moglie Maria ed altri 94 alti funzionari della macchina governativa Polacca hanno trovato la morte in un incidente aereo lo scorso Sabato 10 Aprile, in Russia. Alla commemorazione, a causa del blocco del traffico aereo in moltissimi Paesi Ue, hanno potuto prendere parte meno di 30 delegazioni ufficiali, contro le quasi 100 attese. Il Presidente ha raggiunto Cracovia dopo una sosta notturna  presso la località di Tatranska Javorina –Regione di Presov- mentre il Premier ha preferito arrivare direttamente a Cracovia da Bratislava. Il Presidente Gasparovic ha dichiarato l’importanza della Polonia nello scacchiere non solo Ue ma anche mondiale, dichiarandosi “fiducioso” che la stessa saprà reagire alla tragedia accaduta. “Un nuovo futuro attende oggi il popolo Polacco”, ha continuato Gasparovic “e sicuramente la Polonia manterrà il proprio prestigio ed il proprio ruolo anche nel futuro. Ogni termine significa anche l’inizio di un nuovo ciclo”.

(Fonte Tasr)

Il blocco aereo non ferma Lajack

E‘ partito ieri notte con  destinazione la Croazia, il Ministro degli Esteri Slovacco Miroslav Lajcak. Scopo della visita di Stato, rinsaldare le ottime relazioni diplomatiche e commerciali esistenti tra i due Paesi, e ribadire l’appoggio da parte della Slovacchia alla richiesta di ammissione di Zagabria alla Ue. Oggi Lajcak incontra il collega Premier Gordan Jandrokovic ed altri esponenti di punta del Governo Croato. Attesa anche la firma di un documento ufficiale di cooperazione.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google