Milano, al Centro Ceco presentazione de La notte del confessore, di mons. Tomáš Halík

Lunedì 9 dicembre presso il Centro Ceco di Milano si tiene la presentazione del libro “La notte del confessore – La fede cristiana in un tempo di incertezza”, di Mons. Tomáš Halík, pubblicata in Italia dalle Edizioni Paoline. Oltre all’autore parteciperanno all’incontro la direttrice del Centro Ceco Radka Neumannova, Gianfranca Zancanaro della Paoline Editoriale Libri, il Console onorario della Repubblica Ceca Giorgio F. Aletti e Mons, Francesco Braschi, direttore della Classe di Slavistica dell’Accademia Ambrosiana.

Mons. Tomáš Halík, nato a Praga nel 1948, è un noto intellettuale, studioso, e prete cattolico. Ha studiato sociologia e filosofia a Praga e in Gran Bretagna, ma il regime comunista gli impedì di insegnare, costringendolo a lavorare, tra gli altri, come psicoterapeuta per drogati ed alcolisti. Studiò teologia in clandestinità e fu ordinato sacerdote nel 1978 in Germania Est, e per i successivi undici anni fu attivo nella chiesa clandestina, molto vicino al Cardinale František Tomášek, arcivescovo di Praga dal 1977 (nonostante avesse già allora 78 anni) e ritiratosi soltanto nel 1991 quando passò il timone a Miroslav Vlk. Mons. Halík è autore di decine di libri e ha ricevuto diversi premi, in patria e all’estero. È membro di istituzioni scientifiche e accademiche europee ed è invitato come conferenziere su temi etici come razzismo, secolarismo, intolleranza politica e religiosa e integrazione europea. È stato consigliere esterno del Presidente Vaclav Havel. Insegna sociologia alla Facoltà di Filosofia dell’Università Carlo di Praga.

Halík esprime in questo libro la convinzione che le crisi (modi di pensare, esperienze, comportamenti), anche le “crisi di religione” non vadano evitate o eluse, ma attraversate e vissute come enormi finestre di opportunità che Dio apre per ciascuno. Invita dunque a non cercare un Dio accomodante, bensì a riscoprire il significato del prendere su di sé la propria croce, perché il cristianesimo non è prima di tutto un “sistema di testi dogmatici”, ma un metodo, una via, un percorso sulle tracce di Colui che non si è sottratto al Getsemani, al venerdì santo, prima di vivere la luce del sabato santo. Scrive l’autore: “Il paradosso della fede non è semplicemente un argomento di speculazione teologica. Esso può anche essere vissuto e diventare la chiave per comprendere la situazione spirituale e le sfide dei nostri tempi”.

Il 9/12/2013 alle ore 18.30, presso il Centro Ceco – Via G. B. Morgagni 20, Milano (tel. 02 29411242).

Sempre lo stesso giorno, alle ore 17:00, si terrà con Mons. Halík una preghiera per l’unità dei cristiani dal titolo “Signore, custodisci l’eredità dei nostri padri”, in occasione dei 1150 anni dell’inizio della missione dei santi Cirillo e Metodio in Grande Moravia.  Presso la Cappella di San Giuseppe, in via Redi 21, Milano.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*