Mostra: Vaclav Stratil alla galleria amt_project di Bratislava

Vaclav Stratil è ossessionato dall’autoritratto, e si fa fotografare in varie pose ed espressioni, utilizzando semplici e comuni oggetti di scena. Si tratta di una rappresentazione privata, quando si presenta al fotografo professionista si fa fare delle foto formato tessera, al massimo aggiungendo bambini piccoli o una donna per un ritratto come coniugi. Stratil, scrive la curatrice Petra Feriancova, insiste su questi standard, e lo fa ad absurdum, trasformando il fotografo in un testimone delle sue metamorfosi grottesche, una sorta di diario intimo per immagini con infinite variazioni, anche minime, sul tema. Si tratta, dice la curatrice, di un eroe donchisciottesco, o un eroe di un dramma dadaista, determinato e inflessibile al tempo stesso, con analogie, dice, con il lavoro di Van Gogh, del giapponese Morimura o del russo Vlad Monroe.

Vaclav Stratil, ceco di Olomuc (classe 1950), vive e lavora a Brno.

 Cosa: Vaclav Stratil, Monastic Patient (1991-1994)
Dove: amt_project, Stetinova 1, Bratislava
Vernice: 31/10/2013, ore 19:00
Orari: fino al 7/12/2013, solo su appuntamento
Info: www.amtproject.sk, +421 948 799 383

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.