I fallimenti in Slovacchia sono cresciuti del 69% nel primo semestre 2010

Nonostante alcune indicazioni di una ripresa economica, il numero di fallimenti e debiti non pagati tra aziende e imprenditori è in aumento. «Nei primi tre mesi di quest’anno abbiamo registrato un totale di 103 fallimenti contro i 61 dello stesso perioso dello scorso anno, un aumento del 69%» ha detto ieri l’analista capo del Credit Bureau Slovacco (SCB) Jana Markova in una conferenza stampa. Come l’anno scorso, il maggior numero di fallimenti è stato registrato nelle industrie estrattive, dei trasporti, magazzinaggio e di produzione. Per contro, il minor tasso di fallimenti è stato riscontrato nei campi dell‘arte, intrattenimento e tempo libero, e nell‘immobiliare.

Il peggioramento più significativo nel corso dell’ultimo anno si è verificato nella regione di Zilina, mentre il rapporto più basso di fallimenti, come l’anno scorso, è stato riscontrato nella regione di Nitra. SCB stima che nel corso di tutto il 2010 potrebbero essere annunciati forse 400 fallimenti. «Il dato può essere ancora più alto se viene approvato un emendamento alla legge sui fallimenti e la ristrutturazione  aziendale», ha affermato la Markova.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.