Come si viaggerà in futuro? In Aeromobile, secondo un visionario slovacco

In attesa delle vere auto volanti come pensate dai grandi padri della fantascienza (pensiamo a Blade Runner che ha portato sullo schermo alcune delle fantasie di Philip K.Dick), ci dobbiamo accontentare di quello che la tecnologia può offrire oggi. E l’Aeromobil 2.5 che ha preso il volo pochi giorni fa in Slovacchia è un esempio di questo genere di ultima generazione. L’idea dell’Aeromobil (fusione di Aeroplane e Automobil) è di Stefan Klein, che ha lavorato in passato su progetti per Audi, BMW e Volkswagen all’Accademia di Belle Arti e Design di Bratislava (VSVU) dopo la laurea presso l’Università della Tecnica (STUBA) sempre nella capitale vent’anni fa. Ed è da allora che, secondo quanto scrive sul web lui stesso, sogna di progettare l’auto volante, con un primo prototipo di Aeromobil sviluppato nei primi anni ‘90. A lui si è aggiunto nel 2010 Juraj Vaculik, imprenditore del settore media e pubblicità, che ha affiancato Klein come investitore. Insieme hanno fondato Aeromobil. Oggi si cercano nuovi investitori per sviluppare la generazione 3.0 del mezzo e avviare una eventuale produzione industriale.

Il progetto di ‘macchina volante’ è un vero esempio di compromesso, un mezzo che fonde le caratteristiche di auto e velivolo, ed è compatibile per l’uso delle infrastrutture esistenti create per le vetture e per gli aerei. Grazie a queste caratteristiche si può usare, spiega il sito web aziendale, per fare viaggi letteralmente “da porta a porta”.

Quando è configurato come un’automobile, con le ali ripiegate, il mezzo può viaggiare per strada, rifornirsi in qualunque stazione di servizio e occupa poco più dello spazio di un parcheggio di serie. Ma basta aprirne le ali e Aeromobil diventa aereo, e come tale decollare e atterrare in qualsiasi aeroporto del mondo.

Costruito in struttura di acciaio e carrozzeria in fibra di carbonio, col suo motore Rotax 912 da 100 cavalli raffreddato ad acqua, l’Aeromobil può volare a una velocità di oltre 200 km/h e percorrere 700 km con un pieno. È capace, comunque, anche di rallentare fino a 60 km/h in tutta sicurezza, e i passeggeri (uno più il pilota) possono guardarsi con tranquillità il panorama. Nella configurazione ‘auto’ misura 160 cm di larghezza e 6 metri di lunghezza per un peso di 450 kg, e percorre fino a 500 km a una velocità massima superiore ai 160 km/h (consumo di 7,5 l ogni 100 km). Secondo la presentazione del sito, in questa versione Aeromobil offre le prestazioni di una piccola vettura sportiva.

Nei sogni di Klein, in futuro ci potrebbero volere pochi secondi per passare dalla guida al volo anche al di fuori di un aeroporto. Egli immagina queste macchine volanti che atterrano e decollano in aree erbose dedicate accanto alle autostrade.

Vedi il video del volo di prova dell’Aeromobil 2.5 realizzato a settembre di quest’anno.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

(La Redazione)

Foto aeromobil.com

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.