Internet: Slovacchia primo paese nella CEE per l’uso di internet e dello shopping online

Secondo un’analisi di UniCredit Bank Slovakia sull’uso di internet e sullo shopping online basata su dati Eurostat dei paesi UE, pubblicata sull’ultimo numero del suo periodico digitale Weekly Notes, internet è più diffusa tra i residenti dei paesi scandinavi e del Benelux, nazioni che nel 2012 (salvo il Belgio) vedevano oltre il 90% delle persone tra i 16 e i 74 anni di età attivamente online. Il contrario è accaduto nei paesi del sud e dell’oriente d’Europa (Romania, Bulgaria, Grecia e Italia) che s trovano a fondo della lista (nel Belpaese solo il 58% era online nel 2012).

La Slovacchia si posiziona nella parte alta della classifica, tra i maggiori utilizzatori delle tecnologie di rete. Nel 2012 ben l’80% della popolazione slovacca di 16-74 anni ha usato internet, il che ne fa il primo tra i paesi dell’Europa centrale e orientale (CEE). Seguono l’Estonia (79%) e la Repubblica Ceca (75%).

L’uso di internet per fare acquisti è sempre più frequente in Europa: nello stesso range di età visto sopra, il 32% della popolazione che acquistava online nel 2008 è ora diventato più del 44%, con un aumento di oltre un terzo in quattro anni, ancora più marcato in Belgio (+24%), Slovacchia e Malta (+22%). Un trend che ha aiutato anche una crescita delle vendite al dettaglio, che, seppur calate globalmente rispetto al 2008, hanno mostrato un incremento del 19% di vendite nei negozi online.

In media il 44% degli europei ha usato la rete per lo shopping nel 2012. Mentre in Svezia, Danimarca e Gran Bretagna il commercio elettronico al dettaglio ha toccato quasi i tre quarti della popolazione. Gli slovacchi si posizionano nella media: 45%, ancora al primo posto nella regione CEE, seguita da Slovenia (34%) e Repubblica Ceca (31%).

In generale, il 30% degli europei che ha fatto acquisti online ha comprato su un sito web straniero. Gli utenti della rete slovacchi superano la media, con il 40% dei compratori che si sono rivolti a un eShop di un altro paese e addirittura un terzo di essi acquista esclusivamente da siti esteri. Il fenomeno è del resto molto diffuso nei paesi più piccoli, che si rivolgono all’estero per godere di un’offerta più ampia di prodotti e prezzi. Ben il 90% degli acquirenti a Malta, Cipro e Lussemburgo ha fatto shopping all’estero, il 75% in Austria e il 69% in Irlanda. Tra i più fedeli alle vendite online del proprio paese vi sono i polacchi, i cechi e i tedeschi (meno del 20%).

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.