Samorin, il 1° novembre la commemorazione degli italiani caduti in Slovacchia

L’Ambasciata d’Italia invita la comunità italiana a partecipare alla commemorazione dei caduti italiani del periodo della prima guerra mondiale che sono inumati a Samorin (regione di Trnava). L’evento, che vede in genere una folta adesione della popolazione locale, oltre che delle autorità cittadine, si terrà venerdì 1 novembre a partire dalle ore 15:50. Appuntamento all’ingresso del camposanto di Samorin. Presenti l’Ambasciatore Roberto Martini e le autorità militari della sede diplomatica italiana di Vienna.

Le autorità, accompagnate dalla banda locale e seguite dalla cittadinanza, posano corone di fiori a diversi monumenti nei settori del cimitero. Il quadrante italiano, che ospita in forma anonima le salme di 1.992 soldati di tutte le regioni d’Italia, si crede ultimato nel 1923 con un cippo eretto al tempo dai prigionieri liberati e dedicato ai loro compagni morti. In anni recenti è stato riammodernato con un ampio memoriale marmoreo adornato della scritta “L’Italia ai suoi caduti in Slovacchia”, e ha visto la visita del Presidente della Repubblica Italiana Ciampi nel 2002.

Gi italiani sepolti in questo luogo non sono caduti in operazioni di guerra, ma sono deceduti successivamente da prigionieri, internati in varie strutture della regione o all’ospedale militare di Samorin. La morte è dovuta in gran parte a malattie ed epidemie prima della liberazione e il rientro in patria.

 

(La Redazione)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Visualizza mappa ingrandita

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.